Chromavis Abo agguanta i play off:  3-0 alla Tecnoteam Albese. La squadra di Leo Barbieri corona la rimonta (dall’ottavo al terzo posto) con diciassette vittorie in diciotto partite. Ora sfiderà Vicenza nei quarti di finale per l’A2.

Chromavis Abo agguanta i play off

Missione compiuta, questa volta senza esitazioni e con la ciliegina apposta sulla torta. Per la Chromavis Abo è stato un sabato di festa grazie alla vittoria nell’ultimo turno di regular season contro la Tecnoteam Albese (3-0) che ha regalato a Offanengo per il secondo anno consecutivo il traguardo dei play off di B1 femminile. Davanti a una spettacolare cornice di pubblico, con un PalaCoim gremito e caloroso come ormai da tradizione, la squadra di Leo Barbieri ha conquistato la diciassettesima vittoria nelle ultime diciotto partite (unico ko a Lecco) e ha potuto coronare la clamorosa rimonta, passando dall’ottavo posto (dopo il derby d’andata perso con Ostiano) al terzo, l’ultimo utile per gli spareggi per l’A2.

La partita

Contro la Tecnoteam c’è stata partita solamente nella prima parte del parziale d’apertura, poi dal 16-14 le neroverdi cremasche hanno pigiato sull’acceleratore, piazzando un parziale di 9-3 che ha decretato il 25-17. Ancora più lineare gli andamenti delle successive due frazioni, dominate da Offanengo, spinta dal calore del pubblico verso il 25-18 e infine il 25-14 che ha sancito il 3-0 e la festa.

Una gara ben interpretata dalle ragazze di Leo Barbieri, solide a muro (9 block vincenti, dei quali 4 di Francesca Gentili, poi in doppia cifra con 11 palloni messi a terra) e ad alto livello in attacco (50 per cento di positività) oltre a graffiare in battuta (7 ace, 4 di Francesca Dalla Rosa, brillante anche in attacco per un totale di 10 punti). A fine gara, il capitano della Chromavis Abo Noemi Porzio (13 punti e 57 per cento in attacco) è stata votata miglior giocatrice dell’incontro, venendo premiata con la Treccia d’Oro da Massimo Molaschi di Chromavis. Curiosità: per Francesca Dalla Rosa è stata una gioia doppia, con la conquista dei play off coincisa come miglior regalo nel giorno del ventunesimo compleanno.

Il programma dei play off: Smaltita l’euforia per la qualificazione, ora la Chromavis Abo (terza nel girone A) si tufferà nei play off dove nei quarti di finale incrocerà l’Anthea Vicenza, seconda nel raggruppamento B e finalista della Coppa Italia di categoria.

Il programma si aprirà con gara 1 in programma sabato alle 20, 30 in Veneto, mentre mercoledì 15 maggio alle 20,30 al PalaCoim andrà in scena il secondo atto, con eventuale bella sabato 18 maggio alle 20,30 a Vicenza.

Le dichiarazioni

Leo Barbieri (tecnico Chromavis Abo): “Eravamo partiti con un gap di svantaggio importante, le ragazze sono state molto brave a giocare sempre sul filo del rasoio, con diciotto partite dove un ko o anche un solo punto perso poteva compromettere la nostra risalita. La squadra ha mostrato mentalità e saper vivere e  gestire lo stress, sommato a un lavoro quotidiano di tutto lo staff. Nell’ultimo periodo abbiamo vinto e spesso dominato tutti i tie break giocati, penso sia un dato significativo in fatto di tenuta e di gambe e per questo ringraziamo il preparatore atletico (Massimiliano Mazzilli). Inoltre, abbiamo avuto qualche problema fisico, ben gestito dall’intero staff medico. Nel complesso, sono tutti fattori che hanno unito ulteriormente la squadra. All’inizio, quando eravamo ottavi, onestamente non pensavamo ai play off, ma solo a far bene, a ritrovare i risultati e riaccendere l’entusiasmo del pubblico, sapendo che per risalire non bastavano solo le nostre vittorie. Questa mentalità di voler lavorare al meglio ogni giorno ci servirà ancora e andrà portata avanti”.

Noemi Porzio (capitano Chromavis Abo): “E’ stato bello svegliarsi all’indomani con questa felicità, realizzando di aver raggiunto l’obiettivo ai play off, che dopo il nostro ottavo posto e diverse sconfitte era una grandissima sfida che ora possiamo dire di aver vinto. Verso questo traguardo ci hanno spinto tante cose: la voglia di rivincita di noi  stesse, di far vedere che quella non era la nostra pallavolo e che il valore della squadra non era quello. Strada facendo abbiamo costruito una grandissima crescita nel gioco e a livello mentale, ora abbiamo diverse certezze. Fin dall’inizio ci abbiamo messo cuore e si è visto anche sabato contro Albese, nell’ennesima partita da dentro o fuori. Si è vista subito la nostra voglia di vincere, di lottare e portare in campo la nostra miglior pallavolo. La cornice di pubblico è stata meravigliosa, eravamo tutte agguerrite, convinte, ma anche sorridenti e serene anche nei momenti di equilibrio”. Quindi aggiunge.

“Sono orgogliosa di questa squadra, non è da tutti disputare un campionato così, credendoci anche quando tutto sembrava perduto. Ora si riazzera tutto, si ricomincia da capo anche se questa volta non c’è nessuno da rincorrere. Non vediamo l’ora di tornare a giocare. Intanto, ci tengo a dire come questo traguardo sia una vittoria di tutti, della società, delle ragazze, dello staff e dei dirigenti, anche del pubblico che ci ha sempre seguito in casa e in trasferta e che abbiamo fatto soffrire due sabati fa a Lurano. Ora tutti lottiamo per il nostro sogno chiamato serie A”.

Premiazione di Noemi Porzio con mvp

Chromavis Abo – Tecnoteam Albese (25-17, 25-18, 25-14)

Leggi anche:  Wesley Saunders con la Vanoli anche nella stagione 2019/2020

Chromavis Abo: Nicolini 5, Gentili 11, Porzio 13, Minati 7, Cheli 9, Dalla Rosa 10, Giampietri (L), Bressanelli. N.e.: Rossi, Colombetti (L), Raimondi, Russo, Marchesi. All.: Barbieri

Tecnoteam Albese: Galazzo, Aliberti 10, Migliorin 7, Facco 5, Piazza 4, Citterio 7, Torrese (L), Teli 2, Bonelli. : N.e.: Amicone (L). All.: Mucciolo

Arbitri: Ugolotti e Mazzocchetti.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE