Ricaricato l’ambiente Vanoli Cremona dopo la vittoria con Armani Milano: umore alto in vista dell’impegno di sabato contro l’Umana Reyer, campione d’Italia.

Ricaricato l’ambiente Vanoli Cremona

Prima o poi doveva succedere. La vittoria “ad effetto” di domenica scorsa al PalaRadi contro la big Armani Exchange Milano ha ricaricato l’ambiente Vanoli Cremona, dalla squadra ai tifosi. E’ stato il frutto di allenamenti intesi, di tanta energia, del positivo approccio ed ovviamente dalle forti motivazioni. La prestazione difensiva è stata consistente pur con qualche rischio dei falli commessi. In attacco si è tirato meglio, sia dalla lunga distanza che dalla lunetta. Ad un calo di rendimento di Tiby  ha fatto riscontro il miglioramento di Palmi, Mathews, Sobin (confermato sino a fine stagione), e De Vico.

Ora al team di coach Sacchetti si chiede di continuare con questa mentalità; non esaltarsi per la vittoria ma rimanere umili e continuare a lavorare con determinazione. Si deve meglio gestire i finali del match visto che sia con Treviso che con Milano si è corso qualche pericolo di incappare nella sconfitta.

Il prossimo match

Sabato sera alle ore 20.45 i biancoazzurri saranno chiamati ad un altro severo impegno: trasferta a Venezia, nel caldo PalaTaliercio, L’Umana Reyer campione d’Italia, tra le favorite allo scudetto, ad oggi è a pari punti in classifica con i cremonesi ma, rispetto a loro, ha ambizioni diverse: puntare allo scudetto e brillare in EuroCup. Coach De Raffaele sa, tuttavia, di confrontarsi con un avversario galvanizzato nel morale e per questo sta preparando una partita con molto equilibrio e raziocinio, sia per quanto riguarda l’attacco che la difesa, perché la Vanoli Cremona  è una squadra che si accende con poco.

Leggi anche:  Riaprono le selezioni Fipav Crelo di Cremona-Lodi

I  lagunari giocheranno solo per regalare la vittoria ai loro tifosi. Rispetto allo scorso campionato hanno confermato in pratica tutta la rosa, eccetto Biligha andato all’Olimpia Miilano e Marquez Haynes, vera colonna portante della Reyer degli scudetti. L’arrivo di Filloy a guardia-play non l’ha per ora fatto dimenticare. Tra gli orogranata spiccano anche il capitano Bramos, Tonut, Daye, Watt, De Nicolao, Vidmar, Chappel, ed ora è stato ingaggiato Goudelock, giocatore dal talento sopraffino e con tantissimi punti nelle mani, Egli  arriva da un gravissimo infortunio al tendine rotuleo, che lo ha tenuto fuori dal campo per un bel po’ di tempo. Sembra essere recuperato al meglio. Per Diener e compagni ci vorrà la stessa tensione nervosa mostrata con Milano. Matt Tiby dopo  Venezia, potrebbe lasciare la Vanoli. Attualmente  la società starebbe cercando un “lungo verticale” che sarebbe stato individuato in Deshawn Stephens,  a fine contratto con la  Fortitudo Bologna. Non verrebbe speso “alcun visto” essendo il giocatore già in Italia.

Marco Ravara

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE