GERMANI BASKET BRESCIA-VANOLI CREMONA 91-76

Parziali 20-29, 39-51, 67-66

GERMANI BASKET BRESCIA: Zerini 2, Warner, Abass  18, Cain 13, Vitali  11, Laquintana 7, Lansdowne 21, Naoni, Silins 3, Guariglia ne, Moss 9, B.Sacchetti 7.  All. Esposito

VANOLI CREMONA: Saunders 2, Sanguinetti 8, Ruzzier 2, Sobin, Richardson 13, De Vico 6, Palmi 7, Akele  16. All. Meo Sacchetti

La Vanoli Cremona si inchina alla Germani Brescia

Una “camaleontica” in senso negativo Vanoli Cremona si è inchinata alla Germani Brescia al PalaLeonessa per  91-76. Il sodalizio del presidente Aldo ha brillato nei primi due periodi del match acquisendo anche un rassicurante e positivo margine di distacco di  15 lunghezze, ma nei successi due, ha avuto un lungo “black-out” che ha compromesso e vanificato la prestazione. I padroni di casa hanno stretto le maglie difensive, chiuso gli spazi e concesso poco agli avversari che sono andati in tilt.

Il derby lombardo è piacevole sin dall’inizio per l’equilibrio regnante tra le due contendenti. Happ è il protagonista per il 10-10 poi 5 punti di Richardon provano a far fuggire i cremonesi che con un parziale di 7-0 si portano sul 17-10 al 6’. . Brescia commette errori al tiro e Sanguinetti  realizza un tiro da tre punti che vale in pratica il 20-29 al 10’. Richardson centra il bersaglio dalla lunghissima distanza insieme a Palmi e la Vanoli Cremona vola sul 23-37 al 13’. Terzo fallo commesso da Richardson che va in panchina.

E’ il team di coach Sacchetti a sbagliare conclusioni ma ha un discreto vantaggio e “vive di rendita”. La Germani recupera sino a meno 10 ma Cremona non si disunisce ed addirittura allunga a più 15. 39-51 il parziale all’intervallo con gli ospiti che hanno messo a referto un 6 su 11 da tre punti, 21 punti dai giocatori della panchina e 12 rimbalzi difensivi.

Leggi anche:  Sabato la Festa dell’Atletica Lombarda: premiate anche Lodi, Cremona e Pavia

Nel terzo periodo Cremona abbassa le sue brillanti percentuali da tre punti e Brescia può rimontare 51-55 al 23’grazie a Cain ed all’esperienza di Moss.  Si accende il PalaLeonessa: 8 su 8 per Happ ma non è sufficiente per tenere i suoi compagni a distanza 56-59 al 35’, 60-64 al 27’ ma la Leonessa ruggisce ed effettua il sorpasso 67-66 al 30’. Gli attaccanti di Brescia si ridestano ed al 32’ allungano il distacco 71-66  per un parziale di   32-15 dopo d’intervallo. Time-out per coach Sacchetti e Ruzzier interrompe il lungo digiuno. E’ l’ex  Luca Vitali (ottima la sua prestazione con 10 assist) insieme a Moss e Lasdowne  a dare il 75-70 al 35’ed il più 10 poco dopo.  E’  una “tripla” di Brian Sacchetti al 38’ a far scorrere i titoli di coda del match.

La Vanoli, infatti, ha esaurito le energie e il supporto dei giocatori dalla panchina è stato scarso per tutto il secondo tempo. In ombra Saunders mai entrato nel clima del match e Sobin poco incisivo sotto canestro. Per accedere alle final-eight di Coppa Italia i biancoazzurri dovranno vincere almeno uno dei due match che rimangono al termine del girone d’andata.  Lunedì sera alle 20.30 ultima trasferta del 2019 a Sassari contro la Dinamo Banco di Sardegna.

Marco Ravara

(Foto di copertina: vanolibasket.com)