La Vanoli Cremona concede il bis, aggiudicandosi anche “gara 2” del primo turno di play-off scudetto.

Vanoli Cremona: vittoria anche in “gara 2”

Vanoli Cremona – Alma Trieste  89-81 – Parziali: 25-24, 42-43, 65-59

Vanoli Cremona: Saunders 8, Sanguinetti  ne Gazzotti  2, Ricci 10, Diener 8, Mathiang 8,  Stojanovic 6, Aldridge 14, Ruzzier 12, Crawford 23. All. Sacchetti

Alma Trieste: Wrigt 2,  Fernandez 3, Cavallero 12, Sanders 9,  Strautins 16, Coronica, Da Ros 12, Peric 6, Dragic ,  Cittadini ne,  Mosley, Knox  21. All. Dalmasson

La Vanoli Cremona ha fatto il bis. Si è aggiudicata anche “gara 2” del primo turno di play-off scudetto. L’Alma Trieste è capitolata nuovamente al palaRadi per 89-81.

Il ritmo del match è subito alto ed è Cremona ad iniziare forte sul 8-2 con Trieste che già al 3’ esaurisce il bonus falli. I biancoazzurri sbagliano una serie di tiri 8-7 al 4’. Knox risponde a Crawford al 5’ 11-11. Rispetto a gara 1 i giuliani perdono pochi palloni e l’equilibrio persiste sia al 7’ sul 17 pari che al 10’ 25-24. Da Ros è difficile da contenere e Mosley è invece ben controllato dalla difesa locale. In luce Cavaliero con la sua terza tripla che danno vigore all’Alma ma la Vanoli pur sbagliando da tre punti cattura i rimbalzi in attacco.

Tira male da tre punti il team di Sacchetti (1 su 11) ma Diener spezza il ritmo ed impatta sul 34-34 al 17’. Saunders fa grande lavoro sia in attacco che in difesa pur segnando poco.  Si infiamma il match con i padroni di casa che difendono bene sul “pick & roll”. Restano a contatto le due contendenti all’intervallo sul 42-43.

Leggi anche:  Furto al Carrefour: denunciato studente 16enne

Spettacolare parziale di 10 a 0 per la vanoli con due “triple” di Crawford  e Saunders  ed una schiacciata di mathiang. 54-47 al 13’.  Gli ospiti reagiscono 58-51 al 27’ con la difesa cremonese che tiene bene. Straordinarie giocate di Michele Ruzzier  e replica di Fernandez.  7 su 22 da tre punti per Cremona al 30’ 65-59.  Corrono tantissimo le due squadre che perdono qualche pallone ma lo spettacolo sul piano agonistico è notevole.

L’Alma Trieste rimane attaccata ai lombardi grazie ai tiri liberi (15 su 15) ma non basta perché essi  con una serie devastante di grandi canestri da tre punti dal 80-76 al 36’ si distaccano 85-79 e non vengono più raggiunti dagli avversari che non hanno avuto la giusta spinta dai play Wright e Fernandez e Dragic e Mosley in ombra. Il sodalizio del presidente Aldo Vanoli ha fatto l’en-plein casalingo e giovedì va in Friuli con ben tre opportunità di chiudere il discorso.

Marco Ravara 

(foto di copertina vabolibasket.com)

 TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE