Dolomiti Energia Trento – Vanoli Cremona 79-89

Parziali 21-22, 43-44, 63-66

Dolomiti Energia: Blackmon 16, Pascolo, Mian 3, Forray  4,  Gentile 25, Knox 16, Mezzanotte 2, Kelly 13, Ladurner ne, Levchthaler ne, King, Picarelli ne. All. Brienza

Vanoli Cremona: Saunders 13, Mathews 16, Zanotti ne, Sanguinetti 6, Gazzotti, Ruzzier 4, Sobin 4, De Vico 4, Happ 14, Stojanovic 14, Palmi, Akele 14. All. Sacchetti

Finalmente al quarto tentativo la Vanoli Cremona ha sfatato il tabù trasferta. I biancoblu di coach Sacchetti hanno espugnato la Blm Group Arena di Trento per 89-79. I cremonesi hanno saputo  sfruttare l’assenza del play titolare Craft (rottura del menisco) frenando  una compagine smaniosa di riscatto dopo il ko subito in settimana in EuropCup.

I trentini non sono stati sospinti dall’incitamento dei propri calorosi come ci si aspettava  specialmente nei momenti topici del match. Per il team di Sacchetti c’è stata  la conferma del buon momento di Mathews ed Happ, meno appariscente rispetto alla gara contro la Fortitudo Bologna, ha dato un contributo positivo nell’area d’attacco.

Il gruppo del presidente Aldo Vanoli non ha tirato bene da tre punti (7 su 20) ma decisamente meglio da 2 punti: 28-48.    Alessandro Gentile ben assistito da Forray in staffetta come play produce 11-6 al5’. Si ribattono colpo su colpo le due contendenti ma i locali con canestri da sotto allungano 19-11 al 7’ costringendo time-out coach Sacchetti.

Per un lungo periodo è Cremona a comandare le operazioni. Reagisce con prontezza e crea un contro break addirittura di 16-2 andando in testa 27-21 al 12’ interrotto dall’ex di turno Fabio Mian. Trento trova la forza per rimettersi in scia soprattutto con Alessandro Gentile 28-30 al 33’. Tre minuti dopo la Vanoli Cremona conduce 36-30 e mantiene il minimo distacco al 20’ sul 43-44 con 1 su 8 da tre punti.

Leggi anche:  Sabato la Festa dell’Atletica Lombarda: premiate anche Lodi, Cremona e Pavia

Inizia bene il periodo di sodalizio lombardo che infila un parziale di 6-0 e time-out Trento. Rincorrono i bianconeri con Alessandro Gentile in luce. Ma non effettuano il sorpasso. Cremona con i tiri liberi di Stojanovic si mantiene avati al 30’ 63-66 con 22 punti segnati in ogni quarto. Stojanovic commette il quarto fallo ma i biancoblu gestiscono bene la situazione che con Mathews si portano sul76-67. Cremona esaurisce il bonus falli mentre Trento no. Le Aquile trentine  con Gentile in calo non volano più in alto e Ruzzier e compagni controllano il tutto. Dopo un canestro di Happ, Mathews centra la “tripla” decisiva del più 8 che costringe i bianconeri al fallo sistematico ma senza frutti.

Ora nei prossimi quindici giorni in casa Vanoli si dovranno mettere da parte le cifre e le statistiche a cui ci si potrebbe appellare; bisognerà solo pensare alla vittoria contro Trieste (al PalaRadi) ed a Pesaro. Con una  striscia positiva si farebbe un balzo in avanti già decisivo verso la salvezza.

Marco Ravara

(Foto di copertina: vanoliBasket.com)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE