La Chromavis Abo griffa un derby all’ultimo respiro: un combattuto, corretto e ricco di emozioni fino al pallone numero 212 che ha stremato le protagoniste della sfida tutta provinciale. In B1 femminile, la Chromavis Abo espugna al tie break il palazzetto di Ostiano regolando 15-13 al quinto set le padrone di casa della Csv-Ra.Ma. e vendicando così il 3-1 dell’andata tra le mura amiche.

La Chromavis Abo: derby all’ultimo respiro:

Per Offanengo è arrivato il successo numero dodici nelle ultime tredici partite a gestione-Barbieri, anche se il tecnico lodigiano ha dovuto osservare il match  lontano dalla panchina a causa della squalifica. Così, a bordocampo ha esordito l’assistant coach Giuseppe Cremonesi, già in passato suo vice e al debutto non solo sulla panchina di Offanengo per necessità, ma anche in B1 come primo allenatore.

Due, dunque, i punti conquistati da Porzio e compagne, anche se resta il piccolo rammarico per i due distinti match ball non capitalizzati nel quarto set che avrebbero potuto fruttare il bottino pieno. E’ pur vero, però, cme un’ulteriore beffa fosse dietro l’angolo in un pazzo tie break, con Offanengo avanti 2-8 e Ostiano capace di ribaltare la situazione (9-8) prima della guerra di nervi vinta dalla Chromavis Abo (13-15).

In classifica, la formazione di Leo Barbieri è sempre quinta, mantenendo intatta la distanza dal quarto posto (una lunghezza) occupato dal Don Colleoni e rosicchiando un altro punto dalla zona play off, con Vigevano ora a -3 dopo il ko al tie break contro le stesse bergamasche.

Al PalaVacchelli è stata una sfida senza esclusione di colpi, con muro (20 a 14 a favore delle cremasche) e difesa sugli scudi in entrambe le metà campo, con Ostiano inoltre capace di ottenere molto dalla battuta (11 ace). Cinque attaccanti su cinque in doppia cifra in casa Offanengo, con capitan Porzio top scorer con i suoi 18 punti oltre a firmare il pallone decisivo. Domenica la Chromavis Abo inseguirà il bottino pieno nel match casalingo contro il fanalino di coda Scuola del Volley Varese nel primo dei cinque incontri che concluderanno la regular season e decideranno i giochi.

Le dichiarazioni post-gara

Giuseppe Cremonesi (assistant coach Chromavis Abo, primo allenatore nel derby):

“E’ stato un derby molto intenso dal punto di vista emotivo in ogni singola fase di gioco, con scambi prolungati tra due squadre che si conoscono. Alla fine è uscita la forza di Offanengo nei momenti decisivi del tie break, ma il risultato è stato in bilico fino all’ultimo. Ostiano ha avuto il merito di avere una fase break più lucida e determinata, noi invece siamo un po’ calati in battuta e a volte abbiamo faticato in contrattacco. Ritengo il 3-2 un risultato giusto. Personalmente, l’emozione c’era: pur avendo fatto da secondo anche in serie A, guidare una formazione di B1 in una sfida del genere era qualcosa di particolare. Le ragazze mi hanno aiutato e ci siamo dati una mano a vicenda”.

Leo Barbieri (coach Chromavis Abo):

“Faccio i complimenti allo staff e alle ragazze per aver preparato con grande attenzione una partita che non era facile; personalmente, non era semplice nemmeno per me viverla da fuori. A livello emotivo è stato un derby molto intenso, la posta in palio era molto alta perché chi perdeva vedeva spegnersi la fiammella per i play off ed è rimasta accesa la nostra. All’inizio abbiamo faticato a muro-difesa, poi siamo cresciuti. E’ stato un derby di buon livello che ha divertito il pubblico”.

La partita

Il primo set è di marca locale grazie a una partenza-sprint, che mette subito in difficoltà l’attacco di Offanengo con due muri nel 4-0 iniziale. Coach Cremonesi chiama time out, ma Boninsegna trova il doppio ace che spinge Ostiano verso il 7-0. Un paio di errori in attacco delle padrone di casa aiutano Offanengo, che si avvicina con il muro di Gentili (12-9). Bolzoni inserisce Ravera per Dalpedri, la sua squadra rilancia (18-10, ace Barbarini), poi la Chromavis Abo risorge con le battute di Minati e con Dalla Rosa (20-17), senza però trovare l’aggancio: 25-20 a firma di Vidi.

Leggi anche:  La Vanoli Cremona concede il bis, Trieste è capitolata 89-81

Situazione speculare nel secondo set, con la Chromavis Abo che riparte meglio (2-6 con battuta vincente di Gentili e muro di Cheli). Time out Ostiano, ma Offanengo trova altri ace con Cheli e Porzio (7-17). Ostiano (con Ravera confermata in sestetto) ci prova e arriva fino al -4 con Feroldi, uno dei cambi di coach Bolzoni. Le cremasche, però, chiudono la porta a muro con Cheli e Nicolini (14-20) e chiudono con Porzio protagonista: 17-25 e 1-1.

Botta e risposta nel terzo set: Ostiano allunga 7-3 con l’ace di Vidi, Offanengo risponde subito per le rime (7-8), scappando addirittura sul +5 con Minati e Dalla Rosa (10-15). E’ il break decisivo verso il 20-25 siglato da Minati.

Ping pong ripetuto nel quarto parziale: La Chromavis Abo tenta l’allungo in due occasioni (5-8 e 12-14), Ostiano risponde per le rime (11-10 – ace di Barbarini e 16-14 con fast di Frugoni). Questa volta è la Csv-Ra.Ma. a mettere la freccia (muro del 17-14), ma Offanengo chiude il sorpasso e riallunga (17-19). Nel finale serrato, le cremasche hanno due distinte palle match, ma non chiudono, così Ostiano agguanta il tie break al primo colpo: 27-25.

Nel set corto, Offanengo ha un moto d’orgoglio, cambiando campo sul 2-8 trascinata da Gentili (quattro punti consecutivi), ma Ostiano riesce addirittura a ribaltare la situazione (9-8). Si prospetta un’altra volata, questa volta di marca ospite: 13-15, chiude Porzio.

CSV-Ra.Ma Ostiano – Chromavis Abo (25-20, 17-25, 20-25, 27-25, 13-15)

CSV-RA.MA. OSTIANO: Boninsegna 15, Barbarini 11, Dalpedri 11, Vidi 14, Frugoni 11, Arcuri 1, Paris (L), Ravera 6, Feroldi 1, Visioli, Zagni 1. N.e.: Braga (L). All.: Bolzoni

CHROMAVIS ABO: Cheli 17, Nicolini 5, Porzio 18, Gentili 12, Minati 16, Dalla Rosa 14, Giampietri (L). N.e.: Colombetti, Raimondi, Marchesi. All.: Cremonesi

Arbitri: Daniela Benedetto Tiz e Stefania Petrera.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE