(nella foto il gruppo alla Maratonina di Crema)

Giornata di festa ieri, 1 dicembre 2019, a Caravaggio per gli atleti e simpatizzanti della società Camisano Running ASD. Premiati gli atleti dell’anno e a sorpresa anche il presidente.

Camisano Running Asd in festa

Il tradizionale pranzo sociale organizzato dalla società si è confermato un momento di condivisione importante, che permette a tutti gli atleti e ai simpatizzanti di fare quattro chiacchiere in un ambiente diverso da quello in cui – per gli amanti della corsa – ci incontra solitamente la domenica e per una volta senza “obbligo” di indossare la divisa di ordinanza.  Il momento di convivialità è stato anche l’occasione per eleggere il nuovo Consiglio direttivo e per premiare gli atleti.

Numeri in crescita esponenziale

I numeri della società parlano chiaro: in questi anni è stata registrata una crescita esponenziale del gruppo con iscrizioni sempre in aumento. Per quanto riguarda i tesserati FIDAL, si è passati da un numero di 37 tesserati nel 2016 (9 donne e 28 uomini)  a un totale di 148 tesserati nel 2019 (34 donne e 114 uomini). Per quanto riguarda invece i Tesserati FIASP si è passati da un numero di 96 tesserati nel 2016 (48 donne e 48 uomini) a un totale di 173 tesserati  (77 donne e 96 uomini).
Ragionando su numeri assoluti ed escludendo quindi i possessori di entrambi i tesseramenti emerge un dato decisamente positivo: il Camisano Running ha incrementato il numero dei propri atleti di più del doppio, da 111 tesserati  nel 2016 a 245 tesserati nel 2019.

Gli atleti dell’anno

Le dieci atlete premiate

Dopo la prima presentazione, il presidente Gian Pietro Salvitti ha premiato i primi atleti FIASP con più presenze nel 2019. I vincitori per quanto riguarda le donne, con 36 presenze, l’atleta Silvia Valdameri, e per gli uomini, con ben  42 presenze, l’atleta Angelo Tinti.

Per quanto riguarda invece i tesserati FIDAL la società ha partecipato a ben 343 gare competitive e il presidente ha premiato le prime dieci donne e il primi dieci uomini che, nel corso dell’anno 2019,  hanno percorso più chilometri. Sul podio femminile sono salite Anna Riboli, Silvia Delfini e Luisella Giussani.
Menzione speciale a Pamela Abbruscato, che oltre ad essersi classificata tra le prime dieci donne,  è stata premiata anche come Campionessa Provinciale di Categoria con il tempo di 1.38.39, ottenuto in occasione della maratonina di Crema dello scorso 10 novembre.

Leggi anche:  Riaprono le selezioni Fipav Crelo di Cremona-Lodi

Per quanto riguarda gli uomini, invece, podio per Lorenzo Degani, Francesco Barnabò e Angelo Bettinelli. Un particolare ringraziamento anche agli atleti Sarah Zerbini, che ha conseguito un tempo di 1.25.19 alla Mezza Maratona di Milano svoltasi lo scorso 24 novembre e a Paolo Togni che ha concluso la Maratona di New York con un tempo di 2.54.

Il sindaco premia il presidente

Il presidente Salvitti premiato dal sindaco Valerani

A metà pomeriggio, a sorpresa si è unito alla festa anche il sindaco Adelio Valerani che, aderendo alla richiesta di collaborazione di alcuni atleti, ha premiato il presidente Salvitti. Il sindaco ha consegnato una targa – a titolo di riconoscenza per il contributo determinante alla nascita d alla successiva crescita della società sportiva – sottolineando l’apprezzamento e la gratitudine nei confronti di Gian Pietro Salvitti per l’impegno profuso in ambito sportivo sociale e nel volontariato. Il sindaco ha inoltre rimarcato il suo personale ringraziamento al presidente, che è riuscito a far conoscere in tante competizioni una realtà piccola come quella di Camisano.

Il ricordo commosso di Paolo

La consegna del premio in memoria di Zamboni

Gli occhi dei presenti si sono poi riempiti di commozione al momento di premiare con un attestato di benemerenza, intitolato a Paolo Zamboni, ricordato con tanto affetto da tutti i presenti, l’atleta che nel corso del 2019 si è distinto per l’impegno e la dedizione prestata alla società.  A consegnare il premio a Claudio Fontana è stata Barbara, moglie di Zamboni che ha preso parte alla festa insieme alla piccola Emma.

A Zamboni il pensiero del presidente che domenica prossima correrà con un nutrito gruppo di atleti, a Reggio Emilia, città testimone dell’ultima impresa di Paolo: la conclusione della maratona con un tempo di 2.57.19.

TORNA ALLA HOME