Per i vailatesi si avvicina il momento di recarsi alle urne. Le Amministrative sono alle porte e Paolo Palladini si ricandida. Lo fa con poche, semplici parole attraverso un comunicato stampa che segue di pochi giorni la prima apparizione pubblica del suo sfidante Antonio Maffioli.

Palladini si ricandida

«Sono passati quasi 5 anni da quando mi avete chiamato a guidare la nostra comunità – si legge nel comunicato – Fra pochi mesi sarete chiamati ad esprimere il vostro voto per scegliere chi sarà il prossimo Sindaco. Ho deciso di ripresentarmi, con la mia squadra e nuove persone che si sono offerte di sostenerci. Mi ripresento con rinnovato entusiasmo, con l’umiltà, la semplicità e lo spirito di servizio che mi hanno guidato in questi anni, belli ma non sempre facili». Onestà e vicinanza sono i sentimenti che Palladini intende mettere a disposizione del paese. «Non voglio fare promesse irrealizzabili o mirabolanti previsioni: si deve essere ogni giorno “sul pezzo”, a fianco e non sopra i cittadini che si amministrano, con realismo e la convinzione di fare del proprio meglio».

La squadra

Non c’è ancora un team definito alla perfezione, ma Palladini fa i nomi di alcuni compagni di viaggio. «Inizia ora il periodo della campagna elettorale e non mancherò di presentarvi la mia squadra – prosegue il comunicato – Ho chiesto agli amici di sempre, Pierangelo Cofferati e Mauro Berticelli, di organizzare questa fase di preparazione verso l’appuntamento con le urne, confidando pienamente nel loro supporto tecnico, politico e, soprattutto umano».

Leggi anche:  Salvini ai Cinquestelle dal palco di Soncino: "Sono paziente ma..." FOTO

Mandato di completamento

«Sarà per me un mandato che amerei definire “di completamento” in quanto di cose ne sono state fatte molte ed altre , già avviate, devono essere portate a termine nel migliore dei modi – conclude il comunicato – Conto sul vostro appoggio, sui vostri suggerimenti e, perché no, anche sulle vostre critiche: sarò più che mai attento ad ascoltarvi per modificare e correggere le scelte che, Voi cittadini mi indicherete».

TORNA ALLA HOME