M5S Lombardia: “No alla chiusura notturna del pronto soccorso dell’ospedale di Casalmaggiore. Il centro-destra non smantelli sanità sul nostro territorio”.

M5S Lombardia: “No alla chiusura notturna del pronto soccorso di Casalmaggiore”

“Siamo molto preoccupati per l’ipotesi di chiusura notturna del pronto soccorso di Casalmaggiore. Non si ripeta un film già visto con il punto nascite che tra silenzi, reticenze e ambiguità alla fine è stato chiuso dal centro destra”.

LEGGI ANCHE: Ospedale Oglio Po, il Tar stronca il punto nascite di Casalmaggiore

“Ho chiesto all’Assessore Regionale alla Sanità e alla direzione strategica dell’ASST di Cremona che gestisce l’Ospedale di venire al più presto a spiegare in Commissione che cosa vuole davvero fare. L’accanimento di questa giunta regionale contro Casalmaggiore è inaccettabile: sembra che l’unica preoccupazione di Forza Italia e Lega in Lombardia sia quella di smantellare la sanità in Provincia di Cremona. Insieme ai cittadini, chiedo che la Lombardia scarti ogni ipotesi di chiusura e rafforzi l’offerta di servizi sanitari sul territorio”.

“Un pronto soccorso aperto 24 ore su 24 nel casalasco è necessario. L’ospedale più vicino è almeno a 40 minuti e tutti conosciamo  le problematiche di viabilità dell’area, soprattutto d’inverno con le nebbie”,

così Andrea Fiasconaro, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta la notizia dell’ipotesi di chiusura notturna del pronto soccorso di Casalmaggiore.

Leggi anche:  Presidente Fontana in sede Netweek: "Conte si è dimenticato il Nord"

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE