Dopo il concorso flop (nessuno dei 30 partecipanti ha passato la prova) e il servizio di Studio Aperto di ieri, la minoranza aveve accusato la Lega di aver commesso degli errori e ora il capogruppo replica per le rime.

Concorso flop: la Lega bacchetta la minoranza

“Ci teniamo a sottolineare che il concorso è stato interamente gestito da una commissione presieduta dal segretario comunale, composta da persone che nulla hanno a che vedere con l’amministrazione comunale, come previsto a norma di legge – fa sapere il capogruppo Giuseppe Rovida – restiamo basiti nel leggere dichiarazioni della minoranza che imputa il risultato del concorso all’attuale Amministrazione, considerando il fatto che giustamente nulla avremmo potuto fare né nel merito né tanto meno nel contenuto del concorso e della successiva valutazione. Inoltre erano già note le posizioni attualmente vacanti, ufficio Tributi escluso, anche prima del 26 maggio, come già spiegato in altre occasioni”. Poi l’affondo: “Considerando la tanto decantata esperienza e preparazione sbandierata in campagna elettorale dall’attuale minoranza, ci sorge un dubbio, o mentivano prima o lo fanno ora, strumentalizzando come sempre qualsiasi cosa riguardi il Comune di Agnadello. Ma i nostri concittadini non sono sprovveduti come piacerebbe a loro, sono ben consci del grande lavoro che stiamo svolgendo per la nostra comunità e continueremo a farlo con impegno”.

Leggi anche:  Fuori strada ad Agnadello SIRENE DI NOTTE

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 17.

TORNA ALLA HOME