Maria Tupputi si candida con Maria Luise Polig e scoppia il putiferio. Dopo la sua elezione contestata adesso le minoraze gridano allo scandalo.

Maria Tupputi in corsa col Gruppo civico

Tupputi si dimette dalla carica di presidente della Pro loco per candidarsi alle elezioni comunali nella squadra del sindaco. Una decisione che, come prevedibile, ha scatenato reazioni rabbiose e veleni.

«Consapevole che i due incarichi sarebbero in conflitto, per tanto seppur a malincuore, ho rassegnato le mie dimissioni  – ha scritto in una nota – Il “Gruppo civico” e il sindaco in questi anni hanno dimostrato che si può fare tanto in questo settore. Sempre che i cittadini mi diano fiducia con il loro voto».

«Noi l’avevamo detto»

«Noi l’avevamo detto». I consiglieri di minoranza Francesco Vanazzi e Francesca Sau avevano sostenuto da subito che, dopo la bufera che aveva travolto la presidenza di Giovanni Bertazzoli a causa di un debito fuori Bilancio, tutto era stato orchestrato per favorire l’avvento di una figura vicina all’Amministrazione comunale targata Polig. E ora attaccano a testa bassa.

Leggi anche:  Ancora vandali al cimitero di Pandino: un'altra croce spezzata

Leggi di più su CremascoWeek in edicola.

TORNA ALLA HOME