Elezioni domenica 26 maggio: istruzioni per l’uso. Si voterà per le europee e per le comunali.

Elezioni domenica 26 maggio

Domenica 26 maggio dalle 7 alle 23 si terranno le votazioni per il rinnovo del Parlamento Europeo e per le comunali.

Lo scrutinio

Lo scrutinio inizierà alle 23 di domenica, alla chiusura dei seggi, per le Elezioni Europee. Per quanto riguarda le Elezioni Regionali e Comunali, lo scrutinio si svolgerà a partire dalle ore 14 di lunedì 27 maggio 2019.

Come si vota alle europee

L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore rosso. È possibile esprimere fino a un massimo di tre preferenze, scrivendo il nome e il cognome o solo il cognome nelle apposite righe poste a fianco del rettangolo che contiene il contrassegno della lista votata, (cognome e nome nel caso ci siano candidati omonimi). Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. Non è ammessa l’espressione del voto con indicazioni numeriche.

Leggi anche:  Piccoli Comuni: da Regione 1,4 milioni per altri 29 comuni cremonesi

Come si vota alle comunali

L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore blu. L’elettore ha più opzioni: può tracciare un segno solo sul candidato alla carica di sindaco (il voto viene attribuito solo al candidato sindaco); può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco oppure sia sul candidato sindaco e su una delle liste collegate (in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista); può tracciare un segno sul candidato sindaco e un segno su una lista non collegata, esprimendo il cosiddetto voto disgiunto (il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata); può esprimere una preferenza scrivendo il cognome di un candidato a consigliere comunale sulla riga a fianco del contrassegno della lista prescelta oppure due preferenze per altrettanti candidati a consigliere, purché i candidati indicati siano di sesso diversi e appartenenti alla stessa lista.