Elezioni Agnadello 2019. Grande successo per la serata con l’onorevole Gobbato e l’Asssessore Rolfi: “Agnadello ha bisogno di un vero cambiamento”.

Elezioni Agnadello 2019

“Agnadello ha bisogno un’alternanza, di un vero cambiamento e questo può avvenire soltanto con la Lega e con Stefano Samarati”.

Con queste parole Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, ha concluso l’intensa e importante giornata di venerdì 10 maggio 2019 dedicata esclusivamente alla comunità di Agnadello. Il tour, organizzato dalla Lega di Agnadello, ha visto anche la presenza dell’onorevole Claudia Gobbato, sempre presente quando si tratta di valorizzare e sostenere il territorio cremasco e il candidato sindaco per la Lega, Stefano Samarati.

Il tour

La delegazione ha visitato prima il Caseificio del Cigno, eccellenza del territorio che unisce perfettamente innovazione e tradizione, poi l’azienda agricola Valsecchi, piccola realtà fortemente danneggiata dall’ultima tromba d’aria dell’ottobre scorso e da ultimo l’azienda agricola Belotti, che si caratterizza soprattutto per la forte convinzione di investire sul Made in Italy e sui prodotti a km. zero. La giornata si è conclusa con l’incontro pubblico ‘Politiche agricole e comunitarie, no a nuovi tagli’, al quale hanno partecipato molti cittadini e agricoltori del territorio.

Onorevole Claudia Gobbato

L’onorevole Gobbato ha iniziato il suo  intervento con una  stoccata al sindaco e candidato della sinistra Giovanni Calderara. “Mi definisce balia del nostro candidato sindaco e dei nostri candidati in lista? Se supportare tanti ragazzi validi che si sono messi in gioco e ci stanno mettendo la faccia per Agnadello,  supportarli nell’organizzazione di incontri, serate, appuntamenti con la cittadinanza significa fare da balia, lo prendo come un grande complimento”.

“Noi siamo interessati – ha proseguito – al confronto costante con i nostri concittadini, agricoltori, imprenditori, per discutere delle loro problematiche per cercare di dare soluzioni concrete, anche se ai nostri avversari tutto questo sembra strano e inutile, così come portare sul territorio parlamentari, esponenti del governo e assessore regionali: per noi questo è un vanto in quanto è ulteriore testimonianza di grande attenzione delle istituzioni per la nostra Comunità. Sono evidentemente due modi completamente diversi di fare politica, noi andiamo avanti per la nostra strada convinti che sia quella giusta”.

Nel proseguo del discorso Claudia Gobbato si è concentrata sull’importanza delle prossime elezioni del 26 maggio. “Tra pochi giorni avremo una grande opportunità, portare un vero e grande cambiamento alla nostra comunità di Agnadello e all’Europa che così com’è ha portato solo disastri per la nostra gente, basti pensare ad esempio alle difficoltà che ogni giorno devono affrontare i nostri agricoltori e imprenditori. Solo con una Lega forte si potrà davvero cambiare radialmente le regole e l’atteggiamento della Comunità Europea”.

Leggi anche:  Offanengo, confermato il sindachissimo Gianni Rossoni

Assessore Fabio Rolfi

Un discorso ripreso e condiviso anche dall’assessore Rolfi, il quale ha aggiunto che “Regione Lombardia può fare la sua parte, come fa da diversi anni, ma senza un’Europa diversa e più vicina alle istanze dei cittadini, i nostri agricoltori avranno sempre più problemi e difficoltà”. L’assessore ha poi garantito la piena disponibilità di Regione Lombardia al futuro sindaco di Agnadello “che – ha detto – sarà sicuramente Stefano Samarati, perché con la Lega, rappresenta perfettamente ciò che gli agnadellesi si aspettano: attenzione alla sicurezza, al mondo dell’impresa, all’importanza del mondo agricolo e agro-alimentare, all’ambiente, alla promozione dei prodotti locali”.

Stefano Samarati

Lo stesso Samarati, spesso richiamato durante la serata, ha rimarcato le sue priorità per Agnadello.

“Se sarò eletto mi concentrerò moltissimo sulla sicurezza dei miei concittadini, così come al sostegno dei nostri agricoltori che, con piacere ho incontrato nuovamente anche oggi per capire insieme quali possano essere le azioni da mettere in campo, ai nostri imprenditori, agli anziani e alle famiglie. Fino all’ultimo giorno utile di campagna elettorale noi ci concentreremo sull’ascolto della nostra gente, gli altri invece preferiscono dedicare il loro tempo a criticarci e insultarci”.

“Saranno gli agnadellesi – ha concluso – che tra pochi giorni decideranno a chi dare la loro fiducia”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE