Chiusura terapia intensiva neonatale a Cremona. Degli Angeli (M5S Lombardia): “Vergognoso: il centrodestra smantella la sanità locale”. Sabato M5S al presidio.

Chiusura terapia intensiva neonatale, Degli Angeli (M5S): “Vergognoso”

“Siamo molto preoccupati per il futuro dei servizi sanitari a Cremona e Provincia: Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia stanno smantellando la sanità locale. L’Ospedale Oglio Po e la chiusura dei reparti è stato solo l’antipasto, ora è il turno dell’Unità terapia intensiva neonatale, e da quello che si legge dalla stampa potrebbero esserci presto problemi con ostetricia e genetica. Le cose non vanno meglio nell’Asst di Crema: è in cronica difficoltà per quanto riguarda i reparti di fisiatra, di Medicina generale e non solo”, così Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia, sull’ipotesi di chiusura della terapia intensiva neonatale.

“Sembra una strategia scritta a tavolino per chiudere i presidi”, continua Degli Angeli, “Prima indeboliscono le unità operative, portano all’esasperazione medici e professionisti e creano sfiducia. Poi utilizzano tabelle e numeri per dimostrare l’inefficienza o la non sostenibilità di un reparto. Arrivati a questo punto il gioco è fatto e si chiude”.

“L’Assessore Gallera deve spiegare: il centrodestra sta rendendo ai cittadini un servizio vergognoso: alla Lega e alla maggioranza interessano solo le nomine nei consigli di amministrazione e sta smantellando presidi ospedalieri storici e d’eccellenza per favorire la sanità privata. Sabato parteciperò al presidio che si terrà nel piazzale antistante l’ospedale maggiore di Cremona per ribadire sempre di più la necessità di togliere le nomine politiche nella sanità e l’importanza di un sistema sanitario pubblico di qualità senza creare territori e province di serie A e di serie B”, conclude Degli Angeli.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE