Circa 60 i giovani che hanno aderito all’iniziativa della Lega Giovani di Agnadello.

“Agnadello può cambiare”

All’aperitivo ha partecipato anche il segretario della Lega di Agnadello, Cesare Parisciani, che ha elogiato la bontà dell’iniziativa: “E’ sicuramente un’iniziativa ben riuscita, e la presenza di tanti cittadini, con la loro voglia di mettersi a disposizione della comunità e l’entusiasmo e la consapevolezza che Agnadello può finalmente cambiare, sono tutti segnali positivi a riprova di quest’aria nuova”.

L’onorevole Claudia Gobbato

Ospite d’eccezione all’appuntamento in quel di Agnadello è stata l’onorevole Claudia Gobbato, che ha voluto ricordare quanto fatto dal Governo Salvini-Di Maio: “Solo per i Comuni cremaschi e cremonesi sono arrivati in pochi mesi quasi 8 milioni di euro per diversi progetti in tema di sicurezza e per migliorare le scuole dei nostri ragazzi. La stessa attenzione il governo la dedicherà ovviamente anche ad Agnadello – ha detto – Le prossime elezioni amministrative di maggio, che coincideranno con quelle europee, possono realmente rappresentare il punto di svolta per noi. Con impegno e determinazione stiamo cambiando l’Italia: adesso possiamo davvero cambiare radicalmente l’Europa e amministrare tanti nuovi Comuni che ad oggi ci vedono in opposizione. Agnadello è un esempio perfetto. Vogliamo vincere e noi della Lega metteremo tutto l’impegno possibile per conquistare questo importante obiettivo”.

Leggi anche:  Giovani, scuola e danza inclusiva: “Cremona si può” anima la Galleria

La Lega punta sui giovani

Anche Giuseppe Rovida, responsabile dei Giovani Lega della zona, è intervenuto nel corso dell’aperitivo: “Abbiamo tanta gente per bene, persone con la ‘faccia pulita’ che vogliono impegnarsi per Agnadello, e tra loro ci sono diversi giovani. Questa, per noi della Lega, è una grande fortuna, significa che i cittadini si fidano di noi, approvano le nostre proposte e ci reputano credibili. Allo stesso tempo aumenta la nostra responsabilità perché abbiamo il dovere di non deludere  nessuno. Noi continueremo a mettercela tutta, a Roma, in Regione e ad Agnadello”.

TORNA ALLA HOME.