Per le classi terze e quarte della sede Marazzi, indirizzo manutenzione dei mezzi di trasporto, si intensificano in queste settimane, le lezioni fuori aula, presso aziende del settore meccanico del territorio. Dalla scuola all’officina Barboglio di Crema per toccare con mano il mondo del lavoro.

Dalla scuola all’officina

Si tratta di una modalità didattica, portata avanti da diversi anni e particolarmente utile agli studenti degli indirizzi professionali nel settore della meccanica, per consentire loro di essere maggiormente coinvolti nelle dinamiche e nelle attività che si troveranno ad affrontare nel mondo del lavoro.
A coordinare le lezioni, il docente di tecnologia meccanica, Cosimo Barletta, supportato dai colleghi Luigi Schiena e Gianluca Soncini. Per il professor  Barletta, la visita presso le officine del territorio, otre a consolidare il rapporto tra aziende e scuola, offre la possibilità ai ragazzi di crescere nelle discipline di indirizzo, in quanto possono essere approfondite le conoscenze di alcune particolari tipi di lavorazioni.

Lavorazioni all’avanguardia per i meccanici di domani

Come è stato per quelle proposte dall’Officina Barboglio di Crema, che ha ospitato il gruppo di studenti guidati dal prof. Barletta. L’azienda cremasca, che fa anche parte dell’Associazione Italiana Rettificatori e Meccatronici Qualificati è specializzata nella rettifica dei motori, ricercata in tutto il cremasco. Nel corso della mattinata, gli operatori della Barboglio hanno descritto agli studenti alcune lavorazioni, soffermandosi, su velocità di taglio, rettificatura dischi freni e volani, sistemazione delle deformazioni dell’albero motore. L’azienda inoltre, si
occupa anche di motori a iniezione, common rail e, considerato l’utilizzo del biogas in questo territorio, anche di riparazioni e assistenza sui motori biogas.

Leggi anche:  Maturità 2019: il Ministero pubblica modalità e date

TORNA ALLA HOME