Il Violino e oltre… Mostra di dipinti e fotografi d’autore a Palazzo Duemiglia fino al 20 dicembre 2019. Inaugurazione: Sabato 7 dicembre alle ore 18 con i violinisti del gruppo “Sonantes”.

Il violino e oltre: mostra a Cremona a Palazzo Duemiglia

S’intitola “Il violino e oltre” la rassegna espositiva itinerante che si tiene a Cremona nelle sale di Palazzo Duemiglia da sabato (inaugurazione ore 18 con il concerto dei violinisti del gruppo “Sonantes”) fino al 20 dicembre e comprende una trentina di opere che raffigurano lo strumento simbolo della nostra città e una serie di fotografie d’autore scattate in alcuni laboratori di violinisti della nostra città.

“La mostra – spiega Giorgio Denti, presidente del Circolo Pinoni che promuove l’evento – rientra in un’ampia programmazione culturale che vuole dare spazio a molteplici linguaggi creativi in uno spazio polifunzionale”.

Durante il vernissage il curatore, Simone Fappanni, proporrà una conversazione su “Il violino nei dipinti dei grandi maestri”, nella quale si soffermerà su artisti del calibro di Caravaggio, Ingres,Marc Chagall, Henri Matisse, Evaristo Baschenis e tanti altri che hanno raffigurato lo strumento.

Simone Fappanni con il libro Il violino nell’arte pittorica

“Il violino – afferma lo studioso, che nell’occasione presenterà il suo nuovo libro Il violino nell’arte pittorica, pubblicato da Libritalia – è uno strumento che ha trovato grande fortuna nella rappresentazione iconografica tanto da assumere significati alquanto diversi. È stato infatti imbracciato tanto da angeli musicanti quanto da malefici demoni, da emozionati allievi a musicisti di fama internazionale. Un interesse, quello degli artisti per questo strumento, che è ben vivo anche nella contemporaneità, tant’è vero che si possono reperire con estrema facilità rappresentazioni del violino nella produzione di autori d’oggi. E’ dunque possibile offrire un ragionato excursus sulla “traduzione pittorica” di questo strumento cercando di tratteggiare i contorni di una raffigurazione che non raramente ha assunto precise connotazioni evocative. Si tratta dunque un percorso nel quale il violino risulta al centro di quadri che riescono ad emozionare nel profondo. In esposizione si possono ammirare quadri di autori contemporanei provenienti dal cremonese e da diverse province: Milano, Brescia, Verona, Mantova e Lodi. Si tratta di Riccardo Bozuffi, Annunciata Cusumano, Ennio Sartori, Mario Tambalotti, Luigi Dainesi, Aldo Antonini, Susanna Poli, Annunciata Cusumano, Roberto Dellanoce, Carlo Capurso, Giorgio Armelloni, Loretta Cantachin, Giorgio Denti, Bet Borlenghi, Andrea Baldi, Adriano Bruneri, Luigi Zucchero, Tiziano Cavaletto, Eliso Subacchi, Rosalia Corbani, Valerio Betta, Isabella Ditaranto, Giorgio Carletti, Chiara Toni, Liubov Fedoseeva, Roberto Prina”.

La mostra può essere visitata gratuitamente da martedì a sabato dalle ore 14 alle 17, la domenica su appuntamento. Per informazioni, cel. 338.7475657.

Leggi anche:  Un successo l'incontro sul verde comunale organizzato a Canneto sull'Oglio

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE