Il Museo Archeologico festeggia in suoi dieci anni di vita. Venerdì 31 maggio giornata di studi in Sala Puerari e in serata un’iniziativa speciale a San Lorenzo, sabato 1 e domenica 2 giugno ingresso gratuito dalle 10 alle 17.

Il Museo Archeologico festeggia in suoi dieci anni di vita

Il 31 maggio 2009, a conclusione di un lungo percorso di studio delle collezioni e dei nuovi ritrovamenti, nonché di restauro dell’edificio e dei materiali da esporre, venne inaugurato il nuovo Museo Archeologico nell’ex chiesa di San Lorenzo.

In occasione del decimo anniversario di questa importante ricorrenza, venerdì 31 maggio 2019, dalle 14.30, nella Sala Puerari del Museo Civico “Ala Ponzone” (via Ugloani Dati, 4), si terrà una giornata di studi nel corso della quale quindici relatori si alterneranno per raccontare la storia del progetto museale, gli aggiornamenti apportati nel tempo all’allestimento originario, le iniziative rivolte alle diverse tipologie di pubblico, anche in relazione alle esperienze di altri musei italiani ed europei. Saranno inoltre presentati due nuovi allestimenti di musei archeologici (Classis Ravenna e Aquileia) e uno ancora in fase di progettazione (Valcamonica romana).

Leggi anche:  “W l’estate” con Campagna Amica al Quartiere 1

La sera, a partire dalle 19, il Museo Archeologico aprirà le sue porte, offrendo ai visitatori un aperitivo “alla romana”, mentre alle 21.30 l’Associazione culturale Sine Qua Non presenterà Teatro Istantaneo, spettacolo di improvvisazione teatrale sul tema della serata. A conclusione, ci sarà una speciale torta di compleanno.

Ingresso gratuito nel fine settimana

Nei due giorni successivi, sabato 1 e domenica 2 giugno, dalle 10 alle 17, il museo sarà aperto con ingresso gratuito e per le famiglie sarà possibile seguire un percorso specificamente dedicato. In entrambe le giornate, alle 11.30 e alle 15.30, sono in programma anche visite guidate a cura di CrArT (Cremona Arte e Turismo), al costo di 8 euro a persona.

LEGGI ANCHE: La pneumologia di Cremona centro di riferimento per le malattie rare

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE