Sospesa la licenza al Florida: feste Hard-core troppo pericolose a Ghedi. I carabinieri hanno notificato ai proprietari il provvedimento del questore ieri mattina, sabato 6 ottobre. Lo racconta il nostro portale bresciasettegiorni.it

Sospesa la licenza al Florida: feste Hard-core pericolose

Ieri mattina i carabinieri della Compagnia di Verolanuova hanno notificato ai proprietari della discoteca Florida di Ghedi (BS) il provvedimento del questore di Brescia che prevede la sospensione della licenza per venti giorni. Il provvedimento è scaturito a seguito dei diversi servizi coordinati che hanno tenuto impegnata la Compagnia dei carabinieri per circa un anno.

Situazione troppo pericolosa per gli inquirenti

I risultati di un anno di lavoro dei carabinieri della Compagnia di Verolanuova che hanno portato il questore a sospendere per venti giorni la licenza al Florida comprendono tre denunce a piede libero e due arresti per detenzione di sostanze stupefacenti a fini dispaccio. Inoltre ben trenta persone sono state segnalate al prefetto di Brescia quali assuntori di stupefacenti.

Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata il sequestro di oltre 200 dosi di anfetamine (speed, mdma) e numerose dosi di hashish, marijuana e cocaina, nonché più di cento bottiglie di bevande alcoliche e superalcoliche in relazione all’ordinanza del Comune Ghedi in tema di sicurezza urbana volta a contrastare il consumo di sostanze alcoliche in determinate aree, quali appunto il parcheggio della discoteca.

Leggi anche:  Il M5S chiede giustizia per la morte assurda di Alessandro Fiori

Come indicato nella nota dei carabinieri, “il provvedimento si è reso necessario al fine di arginare la situazione di grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica data l’attività di spaccio registrata durante le feste Hard-core e che si verificava all’interno e all’esterno del locale, nonché per il consuetudinario eccesso nell’uso di bevande alcoliche nel parcheggio della discoteca”.