La Polizia Locale di Romano ha rintracciato a Orzinuovi il veicolo che prima di essere abbandonato è stato ripulito di tutte le impronte.

L’incidente

Sabato mattina un furgone ha investito un ciclista 33enne di Crema sulla provinciale che da Covo porta a Calcio. Il veicolo viaggiava ad alta velocità e ha travolto l’uomo insieme alla sua bicicletta sbalzandolo a 20 metri. L’autista del furgone è poi fuggito lasciando il 33enne a terra. Dei testimoni hanno lanciato l’allarme e l’uomo è stato trasportato agli Spedali civili di Brescia con l’elisoccorso. Nei giorni scorsi è stata sciolta la prognosi, il cremasco verrà dimesso in 40 giorni, e ha riportato un frattura ad una vertebra e contusioni alla testa.

Il furgone pirata

La Polizia Locale dalle indagini è risalita al furgone, che nell’impatto con il ciclista ha perso la targa anteriore e una griglia per l’aria. Gli agenti dopo aver diramato alle forze di polizia i dati hanno rintracciato il furgone, un Mercedes bianco, abbandonato nella zona industriale di Orzinuovi. Visibili i segni dell’incidente, con il parabrezza rotto e la parte anteriore della carrozzeria danneggiata. Prima di abbandonarlo però è stato ripulito all’interno di tutte le impronte impedendo così alla polizia scientifica di rilevare alcuna prova.

Leggi anche:  Incidente stradale e malore SIRENE DI NOTTE

I proprietari

Ad una prima verifica il furgone è risultato intestato ad una ditta cinese con sede a Chiari ma fallita da anni. Gli investigatori hanno però constatato che il veicolo è ancora in uso alla ditta e per questo stanno interrogando il legale rappresentante della ditta.

TORNA ALLA HOME