Era ospite di una comunità alloggio di Salvirola, come richiedente asilo per motivi umanitari. Ma per arrotondare il  “pocket money” concesso dalle coop che gestiscono l’accoglienza, si era anche messo a spacciare droga in bicicletta, in un parcheggio accanto all’oratorio di Offanengo.

Arrestato dai carabinieri

A finire in manette ieri è stato un  ragazzo cittadino del Gambia, in Italia con un permesso per motivi umanitari e residente in una comunità di Salvirola. Sono stati alcuni genitori di ragazzini che frequentano l’oratorio di Offanengo a insospettirsi, vedendolo gironzolare nei giorni scorsi in zona. Hanno quindi allertato i carabinieri che hanno cominciato un’attività di osservazione. Il traffico su piazza che faceva capo al ragazzo è stato subito chiaro.

Il blitz

Così l’altro ieri i carabinieri sono entrati in azione, e quando il ragazzo si è avvicinato all’oratorio, dove lo aspettavano alcuni giovani del posto, è scattato il blitz. Alla vista dei militari in uniforme i ragazzi si sono
immediatamente dileguati, mentre addosso allo straniero sono state rinvenute alcune dosi di hashish per un totale di circa 70 grammi. E’ stato arrestato per spaccio.

Leggi anche:  Schianto contro un albero: soccorsi tre giovani SIRENE DI NOTTE

Super multa e revoca dell’accoglienza

Dopo due notti in camera di sicurezza, l’arrestato è stato sentito e processato per direttissima stamattina in Tribunale a Cremona,  è stato condannato a un anno di reclusione e a pagare 1200 euro di multa. Alla
luce di quanto occorso, la Prefettura di Cremona ha emesso un provvedimento di revoca del permesso provvisorio disponendo l’espulsione dal territorio nazionale

TORNA ALLA HOME