Ricarica in tabaccheria 690 euro sulla Postepay ma ne ha solo 150, esce per prelevare e fugge. Rintracciato e denunciato insieme al suo complice.

Ricarica in tabaccheria la Postepay

Al termine di accertamenti, sono stati denunciati in stato di libertà, per il reato di truffa: F.D., nato a Taurianova (RC) cl. 1976, residente a Gioia Tauro (RC) e D.A., nato a Genova cl. 1968, residente a Carugo (CO). I due sono stati identificati quali autori dei fatti accaduti presso una tabaccheria situata in via Caldara a Soresina, in data 13 marzo 2019. Quel giorno, alle ore 14.30 F.D. si è presentato presso l’esercizio commerciale, chiedendo di effettuare una ricarica di euro 690 su una carta postepay.

Esce a prelevare

Al termine delle operazioni ha consegnato diverse banconote, arrotolate e di vario taglio che, una volta contate, raggiungevano solamente la somma di euro 150. Invitato dal denunciante a saldare l’importo mancate, lo stesso ha chiesto di potersi recare presso un vicino sportello bancomat al fine di prelevare il contante necessario.

Leggi anche:  Schianto in moto, donna ferita la mattina di Pasqua

La fuga

Non appena all’esterno è però salito a bordo di un’autovettura Nissan di colore grigio, con a bordo un complice, successivamente identificato in D.A., che lo attendeva, per dileguarsi velocemente. I soggetti sono stati identificati al termine di meticolosi accertamenti condotti anche in collaborazione con l’Arma di Castelleone.

LEGGI ANCHE:

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE