Precipita dal tetto, venerdì i funerali di Giovanni Radaelli. Lutto a Caravaggio per la scomparsa dell’operaio molto conosciuto e amato in città.

Venerdì l’ultimo saluto

Si terranno venerdì alle 9.45 nella chiesa dei SS Fermo e Rustico i funerali di Giovanni Radaelli, l’operaio di 48 anni, morto martedì mattina a Camisano mentre era impegnato nella bonifica del tetto di un fienile distrutto da un incendio. La salma, intanto, è stata composta nella Casa del Commiato di via Circonvallazione Specchio dove già in tantissimi hanno portato conforto alla famiglia.

“Era un uomo buono”

Poche parole sussurrate a fatica per descrivere com’era Giovanni: “Era un uomo buono”. Lo ricorda la moglie Romina che non si capacita di quanto accaduto martedì mattina. Con le la figlia Valentina, il genero Michael e il nipotino Leonardo tanto amato da nonno Giovanni. “Viveva per noi, la sua famiglia – ha ricordato la moglie – eravamo sempre insieme. Non capisco come sia successo, era sempre molto attento. Non si può morire così”.

Leggi anche:  Controllo straordinario del territorio: scovati ubriachi al volante e assuntori di stupefacenti

TORNA ALLA HOME