Un ragazzo di 15 anni è stato picchiato da cinque giovani mentre si trovava alla fermata dell’autobus per far rientro a casa poco dopo l’uscita da scuola. E’ successo a Soncino intorno alle 12.30 di sabato 30 novembre.

Preso a calci e pugni

Lo hanno aggredito alla fermata del pullman. Cinque giovani si sono avventati su di lui prendendolo a calci e pugni. Sull’episodio, avvenuto ieri, stanno indagando i carabinieri. Da quanto si è appreso, il 15enne, di origini marocchine, si trovava alla fermata dell’autobus quando è stato avvicinato da cinque giovani che lo hanno circondato e poi picchiato.

Portato al pronto soccorso

Il minorenne è stato colpito anche con un pugno in pieno volto che gli ha procurato una ferita al sopracciglio. Terminata la “spedizione punitiva”, il branco si è allontanato in tutta fretta. Il 15enne è stato soccorso da un’ambulanza e portato in ospedale: dopo essere stato medicato, è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni. 

Leggi anche:  In auto contro tir: una donna di 36 anni portata in ospedale

Un atto di bullismo?

Il ragazzino ha riferito di non conoscere i cinque che lo hanno aggredito. Per risalire alla loro identità saranno utili le immagini delle videocamere di sorveglianza installate nella zona. Attualmente sembra esclusa l’aggressione razzista mentre si fa largo l’ipotesi bullismo. Sembra improbabile che il 15enne non conosca nessuno dei suoi aggressori, forse ha preferito non dire nulla per evitare ulteriori rappresaglie.

LEGGI ANCHE>> Il primo selfie della storia? Scattato a Cremona nel 1875

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE