Paura su treno stamattina a Treviglio, per un principio d’incendio avvenuto sull’ultima carrozza, in un’area non accessibile agli utenti. E’ successo  sul treno delle 9,41 che da Cremona stava raggiungendo la stazione Centrale. Non risultano feriti.

Guasto al treno a Treviglio

Come riporta GiornalediTreviglio.it, il guasto si è verificato attorno alle 11 poco fuori dalla stazione di Treviglio. Sull’ultima carrozza, in un locale di servizio del convoglio non accessibile se non al personale, un componente elettrico si è guastato creando un principio d’incendio. Si è sprigionato parecchio fumo nero, che ha fatto ovviamente preoccupare tutti i presenti. Immediato l’arresto del mezzo sulle rotaie, e tempestivo anche l’intervento dei Vigili del Fuoco.

I passeggeri sono stati fatti scendere dal treno, e accompagnati  a piedi verso un punto sicuro lungo i binari. Trenord ha quindi organizzato un pullman per portarli in stazione. Un altro treno ha invece trainato il convoglio guasto, liberando la linea. Non ci sono stati fortunatamente feriti. Si tratta di un treno regionale piuttosto vecchio, facente parte della flotta in servizio da ormai 35 anni.

Il racconto di una pendolare

Molta la paura tra i passeggeri. A raccontare per prima l’accaduto è stata una pendolare capralbese: “Eravamo sul treno, quando ad un certo punto l’ultimo vagone ha preso fuoco. Non sappiamo cosa sia successo, forse un cortocircuito o un guasto elettrico. Non sappiamo nemmeno dove ci troviamo, in aperta campagna, ma dal finestrino riusciamo a vedere l’ospedale di Treviglio – ha spiegato, ancora agitata – Per fortuna sono presto intervenuti i pompieri, che ci han fatto scendere tutti dalla prima carrozza e ora ci stanno conducendo lungo i binari”.

Degli Angeli (M5S Lombardia): “Trenord al collasso, ora nuovi treni sulla linea”

“Trenord è al collasso, è ora che Regione Lombardia ci dia rassicurazioni sia sull’arrivo di nuovi treni che sulla manutenzione del materiale rotabile.  Un fumo denso si è sprigionato da una motrice vecchia di 35 anni. Certo il centro destra non finirà mai di spiegare ai Lombardi come mai non si sono mai preoccupati in anni di governo della Lombardia di rinnovare la flotta. Hanno fatto tutto il possibile per smantellare i servizi di trasporto pubblico, e questi sono i risultati.

Quanto accaduto oggi si somma a uno stillicidio quotidiano di ritardi e disservizi: solo ieri i pendolari hanno inscenato una protesta a Codogno per un treno che si è guastato immediatamente dopo la partenza.

Chiediamo che i nuovi treni, promessi dal Presidente Fontana per gennaio, arrivino sulla linea Cremona-Treviglio, tra le direttrici più problematiche dell’intera rete. In ogni caso incidenti come questo non si possono ripetere: non è tollerabile che la sicurezza dei pendolari e dei viaggiatori sia messa a rischio.”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE