Punjt Singh non ce l’ha fatta: a distanza di 7 mesi dal grave incidente che lo ha visto coinvolto insieme a tutta la sua famiglia, il piccolo bambino di poco più di un anno ha perso la sua battaglia. Era ricoverato dal 24 gennaio 2019 all’ospedale di Bergamo, a seguito dell’incidente da cui ne era uscito con un arresto cardiocircolatorio.

L’incidente a gennaio a Rivarolo del Re

Al momento dell’incidente il piccolo Punjt aveva appena 10 mesi: la Fiat Punto su cui viaggiava insieme ai due fratelli di 7 e 10 anni e ai genitori si era rovinosamente scontrata con una Renault Captive lungo la Povinciale 42. Fin da subito le sue condizioni erano apparse gravissime: mentre i fratelli, coinvolti anche loro nell’incidente, erano stati dimessi poco dopo la metà di Febbraio, per lui questa possibilità non è mai arrivata.

Secondo la ricostruzione fornita dalla Polizia stradale di Casalmaggiore, la Punto avrebbe svoltato per attraversare la provinciale 42 all’altezza di Rivarolo del Re, non accorgendosi dell’arrivo della Renault Captive e non dandogli la precedenza dovuta. La donna alla guida della seconda auto non sarebbe riuscita a frenare in tempo, schiantandosi contro la Punto e sbalzandola nel fossato a lato della strada. Ad avere la peggio erano stati i tre bambini.

Leggi anche:  Muore a Crema dopo intervento ai calcoli a Lodi: gli ospedali aprono un'inchiesta

Le parole di commiato del sindaco e la donazione delle cornee

Il sindaco di Rivarolo del Re esprime tutto il proprio affetto e sentite condoglianze alla famiglia della piccola vittima, ringraziandoli infinitamente per il gesto di immensa generosità concesso dai genitori, che hanno deciso di donare le cornee del piccolo Punjt.

LEGGI ANCHE: Incidente stradale a Rivarolo: gravissimi 3 bambini, Schianto a Rivarolo del Re, ancora gravi i tre fratelli, Schianto a Rivarolo, domani dimissioni per due dei tre fratelli.

TORNA ALLA HOME