Giustizia per Alessandro Fiori, Regione Lombardia faccia la sua parte per spiegare morte assurda. A chiederla è il M5S Lombardia in una lettera firmata dal portavoce Marco Degli Angeli e inviata a tutti i consiglieri regionali.

Far luce su una morte assurda

Il M5S Lombardia chiede “solidarietà e vicinanza per la famiglia di Fiori”, il manager 33enne di Soncino trovato morto, nel marzo scorso, sulla riva del Bosforo a Istanbul dopo giorni di ricerche.
Dai pentastellati anche la richiesta che il Consiglio regionale di oggi, 9 ottobre, dedichi un momento di riflessione sulla morte di Alessandro Fiori su cui, ancora oggi a mesi di distanza, non è stata fatta luce.

“Questo è un altro caso Regeni”

“La vicenda presenta molti lati oscuri – ha spiegato Degli Angeli – Proprio per questo la Lombardia deve testimoniare la sua vicinanza e solidarietà alla famiglia e fare la sua parte perché possa emergere finalmente la verità. Ci troviamo di fronte a un altro caso Regeni e dobbiamo essere uniti nel chiedere alle istituzioni nazionali ed internazionali di interessarsi presso le autorità turche per capire come questo ragazzo di trentatré anni abbia perso la vita. Per parte nostra è doveroso manifestare la piena e completa solidarietà alla famiglia Fiori in un momento così difficile”.

LEGGI ANCHE TUTTE LE NOTIZIE LEGATE AL CASO FIORI

Leggi anche:  Scomparso da casa grafico del Mantovano: cosa è successo a Davide Ploia?

TORNA ALLA HOME