Una grossa frana si è abbattuta nella serata di ieri, martedì 6 agosto, sulla località di Casargo, in Valsassina. A causa della bomba d’acqua che ha interessato l’alta valle, un fiume di fango è sceso dal fianco della montagna in particolare in località Codesino.

SEGUI IN TEMPO REALE GLI AGGIORNAMENTI SU GIORNALEDILECCO.IT

Il Lecchese, ancora scosso dal nubifragio abbattutosi meno di una settimana fa sull’alta valle e sulla vicina sponda lecchese del Lario (dove una frana s’è abbattuta fra Dervio e Bellano), deve fare i conti ancora una volta con i danni del maltempo.

Soccorsi

Imponente il dispiegamento dei mezzi di soccorso: nelle zone interessate dalla frana sono intervenuti Carabinieri, Soccorso Alpino, personale della Prefettura, Protezione civile, Polizia locale e ai Vigili del fuoco. Tante la auto rimaste intrappolate nel fiume di fango, ma fortunatamente non è stato registrato alcun ferito. 

Decine di persone evacuate

Sono invece 80 le persone che sono state fatte evacuare: una settantina hanno passato la notte in una scuola alberghiera della zona, mentre le altre hanno trascorso le ultime ore da parenti o sono rientrate nelle abitazioni principali a Milano.

Leggi anche:  Ieri c'è stato un terremoto di magnitudo 3.4 sul lago di Garda

Oggi prevista ancora pioggia

La maxi emergenza è stata chiusa già ieri sera, poco prima della mezzanotte, ma oggi ovviamente i lavori di messa in sicurezza e pulizia proseguiranno per tutta la giornata.

Le previsioni del tempo purtroppo non sono favorevoli: oggi sarà una giornata piovosa, anche nel Lecchese. Le schiarite non arriveranno prima di domani.