Furto aggravato e raggiro ai danni della madre di una commerciante.

Furto aggravato e raggiro

Denunciata per furto aggravato in concorso interno esercizio pubblico con raggiro vittima una giovane. D.S., nata a Sant’Angelo Lodigiano nel 1996, residente a Mirandolo Terme nel Pavese, pregiudicata, è stata riconosciuta quale autrice del reato di furto, avvenuto nel mese di aprile 2018, ai danni di un’edicola tabaccheria di Acquanegra Cremonese.

La dinamica

In particolare mentre la titolare dell’attività era assente dal suo negozio, due ragazze si sono presentate nell’esercizio commerciale, ove era presente temporaneamente la madre della titolare e con il pretesto di voler provare dei profumi, l’hanno distratta, allontanandosi poco dopo. Successivamente la denunciante ha constatato l’ammanco dal ripostiglio del negozio di una borsetta contenente del denaro contante, relativo all’incasso del negozio nonché alcuni effetti personali. L’esame dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona ha consentito di individuare e identificare una delle due autrici del furto, mentre la seconda, allo stato attuale risulta ancora sconosciuta.

Leggi anche:  Furti in casa, Lombardia secondo posto in Italia

Ai domiciliari rumeno 38enne: aveva aggredito con una testata al labbro il cliente di un bar