Furbetti del cartellino, sospesi dal lavoro 9 dipendenti del Ghisleri. Gli investigatori li hanno filmati e pedinati, raccogliendo a loro carico prove per almeno 80 episodi.

Furbetti del cartellino, sospesi dal lavoro 9 dipendenti del Ghisleri

Uscivano da scuola dove lavoravano per dedicarsi ad attività personali come pranzi con amici, spesa al supermercato oppure acquisto di fiori e piante. Ma risultavano ugualmente in servizio. All’Istituto Ghisleri di Cremona, nove presunti ‘furbetti del cartellino’ sono stati sospesi dal servizio. Si tratta di bidelli e impiegati amministrativi già denunciati lo scorso mese di ottobre dalla Guardia di Finanza per truffa ai danni dello Stato.

LEGGI ANCHE: Furbetti del cartellino a scuola, denunciati in nove tra bidelli e impiegati

Per 8 di loro la sospensione dal lavoro è stata immediata, mentre per l’ultimo degli accusati il provvedimento non ha efficacia in quanto nel frattempo è andato in pensione, resta comunque a suo carico la parte penale.

Almeno 80 episodi

I nove sono stati filmati e pedinati e gli investigatori hanno raccolto a loro carico prove per almeno 80 episodi. Le ore di assenza dal lavoro sono state quantificate in almeno un centinaio, senza tener conto che c’era chi a turno timbrava anche per gli altri.

Leggi anche:  Infortunio sul lavoro, 55enne in ospedale SIRENE DI NOTTE

LEGGI ANCHE: Allevamento abusivo di daini a Vailate, denunciata donna

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE