Ferisce gravemente un clochard: 18enne arrestato. L’aggressione avvenne a Crema a novembre dello scorso anno.

Ferisce gravemente un clochard: 18enne arrestato

L’8 novembre dello scorso anno verso le ore 11.30, nel parco pubblico denominato “Campo di Marte” di Crema, due soggetti affetti da tossicodipendenza che stazionavano su una panchina, improvvisamente hanno iniziato a litigare ed uno di questi, più giovane e nordafricano, ha estratto dal marsupio un oggetto acuminato con il quale ha colpito il 45enne, un clochard di origine campana, al torace.

All’aggressione assistevano alcuni passanti che richiedevano immediatamente l’intervento di una pattuglia e di un’ambulanza. Nel frattempo l’aggressore si era allontanato e le ricerche protratte nel tempo hanno permesso di identificarlo dopo qualche ora, rinvenendo nel suo zaino il cacciavite che aveva usato per aggredire (sequestrato).

L’aggressione

Si trattava di un 18enne senegalese che già nei mesi precedenti si era reso protagonista di un’aggressione nei pressi della stazione FF.SS. di Crema nella quale aveva dato appuntamento ad un coetaneo con cui aveva avuto un precedente diverbio sui social network. In tale circostanza aveva ferito con un coltello da cucina (sequestrato) il ragazzo procurandogli delle lesioni guaribili in 15 giorni. Nell’aggressione al clochard, invece, le lesioni si sono rivelate più gravi e avevano interessato l’arteria mammaria sinistra tanto che il ferito era stato ricoverato in prognosi riservata.

Le indagini

Dopo alcuni giorni, la vittima, che nel frattempo si era ripresa, ha raccontato tutto agli investigatori, quanto era accaduto asserendo di aver ripreso il giovane straniero perché aveva gettato a terra dei rifiuti e costui, come risposta, all’improvviso, l’aveva aggredito colpendolo al torace con più colpi. Asserì inoltre che sul momento non aveva percepito la gravità delle lesioni per poi però accasciarsi a terra a causa della perdita di sangue.

Leggi anche:  Non rientra a casa: si cerca un 25enne di Piadena

Sentiti alcuni testimoni, gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e hanno così potuto richiedere al PM della Procura della Repubblica di Cremona, vista l’indole violenta reiterata nel tempo, l’emissione di una misura coercitiva tale da poterne contenere l’indole violenta e pericolosa. Il GIP del Tribunale di Cremona ha accolto la richiesta avvalorando l’ipotesi investigativa ed ha emesso nella giornata di ieri un’ordinanza di custodia in carcere e quindi il 18enne senegalese dopo essere stato rintracciato a Crema, è stato arrestato e portato in carcere in attesa del processo.

LEGGI ANCHE: Presa gang di minorenni dedita ai furti di biciclette in Stazione VIDEO e FOTO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE