Aggredita da un pitbull scappato dall’abitazione del vicino di casa. E’ successo a Madignano.

Aggredita da un pitbull

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 9 aprile 2019, la compagnia carabinieri di Crema è stata allertata da una donna di Madignano che lamentava di essere stata aggredita da un cane di grossa taglia. Sul posto veniva inviata immediatamente una pattuglia che constatava la veridicità della richiesta. Una donna del paese stava portando a spasso il proprio cagnolino di razza meticcia quando all’improvviso l’animale è stato aggredito da un cane di razza pitbull che era scappato dall’abitazione del vicino di casa che aveva inavvertitamente lasciato aperto il cancello permettendo all’animale di uscire in strada.

La padrona dell’animale ha cercato di soccorrere il suo cagnolino ma a sua volta è stata morsicata al braccio dal pitbull. E’ stato l’intervento di un passante, che a fatica è riuscito ad allontanare l’animale, ad evitare che la donna potesse subire danni fisici più gravi.

Leggi anche:  Picchiato dai buttafuori del Juliette: 37enne in coma

Trasportata in ospedale

Sul posto i militari intervenuti hanno avvisato anche il veterinario dell’AST di Crema al fine di verificare le condizioni del cagnolino, che attualmente si trova ricoverato in gravi condizioni in una clinica veterinaria. La vittima 50enne, ferita al braccio, è stata accompagnata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Crema dove, oltre al grande spavento, le sono state riscontrate feriti giudicate guaribili in pochi giorni.

Le norme per chi possiede cani

Si ricorda per chi possiede razze di cani del genere che le norme in vigore impongono una custodia molto attenta e che in caso di morsicatura o aggressioni i veterinari devono segnalare all’AST se, tra i suoi assistiti, ci sono cani che richiedono una valutazione comportamentale in quanto “impegnativi”. In tali episodi il veterinario, infatti, può imporre al proprietario l’obbligo di svolgere un percorso formativo con il suo cane, rilasciando il cd. “patentino”.