Teleriscaldamento e cogenerazione, che cosa sono? Si sente parlare sempre più spesso di teleriscaldamento. E con ragione, perché si tratta di un sistema innovativo che consente di riscaldare la casa… senza spendere una fortuna. Ma di cosa si tratta? In sostanza il teleriscaldamento è un impianto centralizzato che produce acqua calda a 90°C e la distribuisce in punti definiti. Per esempio nei quartieri di una città. L’acqua, trasportata attraverso una rete di tubazioni precoibentate, giunge fino agli edifici allacciati. Qui, tramite uno scambiatore, l’acqua cede il calore all’impianto condominiale.

Teleriscaldamento e cogenerazione

Questo consente di attivare indispensabili servizi come il riscaldamento degli ambienti e l’erogazione di acqua calda per impieghi domestici e igienico-sanitari. Una volta ceduto il calore, l’acqua del teleriscaldamento, scesa a circa 70 gradi compie il tragitto inverso e dagli edifici ritorna alla centrale: qui viene riportata alla massima temperatura e ricomincia il suo viaggio. Ovviamente i vantaggi di questa tecnica sono molteplici. Il teleriscaldamento, infatti, porta direttamente nelle case il calore per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria senza bisogno di avere caldaie, bruciatori, serbatoi per il combustibile e canne fumarie. Tutto questo vi permetterà di rendere l’aria più pulita e di incrementare la sicurezza dei residenti (annullando per esempio più pericoli di scoppio, intossicazione…); farà inoltre risparmiare energia e denaro ai cittadini ed alla città in cui il sistema viene utilizzato, che sono sempre più numerose, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.

Ma quindi si risparmia?

Quali i risparmi certi? In primo luogo vengono eliminati i costi di acquisto, di manutenzione e di conduzione della caldaia; non occorrono più le verifiche annuali e la pulizia delle canne fumarie; non occorre più il terzo responsabile; si recupera spazio nel locale caldaia poiché le dimensioni dello scambiatore sono molto più contenute di quelle della caldaia normale. Si potrà risparmiare complessivamente dal 5 al 20% all’anno, a seconda del combustibile attualmente utilizzato (gas metano, gpl, gasolio, ecc…). Anche per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente i vantaggi sono molto numerosi ed evidenti.

Leggi anche:  Arredare casa con i colori, date spazio alla fantasia

Le opportunità di teleriscaldamento e cogenerazione

In particolare con il teleriscaldamento è possibile sfruttare meglio il calore prodotto grazie alla cogenerazione di calore ed energia. Quindi minori emissioni in atmosfera e contributo alla diminuzione dell’effetto serra e delle piogge acide. Infine un cenno alla continuità del servizio che viene garantito ogni giorno 24 ore su 24; anche l’assistenza è gratuita. E per quanto riguarda gli impianti esistenti… convertirli al teleriscaldamento è facile e non comporta modifiche di rilievo.