Treni: anche questa mattina soppressioni e informazioni non puntuali. Codacons: “Non c’è pace per i pendolari cremonesi. Sono evidenti le responsabilità di Trenord che non è in grado di gestire eventi del tutto normali come il caldo del mese di Giugno”.

Ancora disagi treni

I disservizi per i pendolari cremonesi sono ormai all’ordine del giorno. Stamattina, infatti, si sono registrate due soppressioni che hanno riguardato il convoglio Cremona – Codogno delle 8.21 e il corrispondente delle 10.10 sostituiti dal servizio autobus. Il tutto corredato, a detta dei pendolari, da informazioni scarse e non puntuali.

“E’ uno stillicidio che non può continuare”

Codacons: “Le proteste dei pendolari sono sacrosante; disagi e soppressioni sono all’ordine del giorno e le informazioni non sempre puntuali. E’ uno stillicidio che non può continuare. I disagi che erano previsti nella settimana dal 24 al 28 luglio continuano tuttora e non può essere una scusante quella del gran caldo. Si tratta di un evento prevedibilissimo. Occorrono interventi urgenti per risolvere la situazione di grave disagio. Oggi diffida del Codacons a Trenord”.

LEGGI ANCHE>> Liuteria cremonese: un tesoro da oltre 7 milioni di fatturato

Leggi anche:  La Festa del Torrone 2019 omaggia Leonardo Da Vinci celebrandone il genio e la creatività

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE