Il 23 luglio 2019 Alessio Catani, assistente capo della Polstrada di Cremona, aveva visto rivolto a pancia in giù nelle acque dell’Oglio un pescatore 26enne privo di sensi e senza pensarci due volte si era buttato in acqua salvandogli la vita.

La richiesta al riconoscimento per il valore civile

Proprio per questo eroico gesto che ha portato al salvataggio del pescatore, il prefetto di Cremona, Vito Gagliardi, ha voluto proporre una ricompensa per il valore civile di Catani. La proposta è stata presentata da Gagliardi al Ministero competente, che la esaminerà in commissione ministeriale e deciderà quale tipo di ricompensa sarà opportuno assegnare al poliziotto.

Come ha spiegato il prefetto, le ricompense al valore civile sono assegnati per alti meriti come quelli di salvare vite.

Il discorso del Prefetto

“Il pescatore era riverso nell’acqua e annaspava, Catani l’ha girato e se l’è caricato sulle spalle per portarlo a riva e lì fare le prime manovre di respirazione bocca a bocca per farlo rinvenire. Poi l’ha portato sulla sponda, dove il collega aveva già allertato l’ambulanza. Questo è un fatto importante di cui io sono orgoglioso sia come prefetto che come ex poliziotto. A seguito della segnalazione ho inviato una proposta per il riconoscimento e ricompensa al valore civile. Ce ne sono di diverso tipo e sono date solo per altissimi meriti, per aver rischiato la vita e aver salvato altre vite o aver evitato stragi. Catani si merita questo riconoscimento per l’azione compiuta, per l’assistenza fornita, per il coraggio e per lo spirito di servizio e di sacrificio dimostrati.

 

Leggi anche:  Non accetta la fine della relazione: minaccia di sfregiarla con l'acido

LEGGI QUI LA STORIA: Poliziotto eroe salva la vita a un pescatore caduto nel fiume Oglio 

TORNA ALLA HOME