Si svolgerà il 15 novembre, dalle 8.30 alle 18, presso lo storico Palazzo Trecchi e ospiterà relatori da tutta Italia.

Radiologia salva-vita: a Cremona il convegno ultraspecialistico per professionisti in tema di politrauma. Si svolgerà il 15 novembre, dalle 8.30 alle 18, presso lo storico Palazzo Trecchi e ospiterà relatori da tutta Italia.

Radiologia salva-vita: a Cremona il convegno ultraspecialistico in tema di politrauma

Si terrà a Cremona, il prossimo 15 novembre, presso la prestigiosa sede di Palazzo Trecchi, un importante evento scientifico di carattere nazionale dal titolo “Il Politrauma: dalla semeiotica radiologica alla gestione clinica”.

Presidente del Congresso è Laura Romanini (Direttore Radiologia, Ospedale di Cremona) che spiega:

“Per politrauma si intende una condizione patologica in urgenza che riguarda il paziente che presenta una o più lesioni traumatiche ad organi o apparati differenti con compromissione evidente o potenziale delle funzioni vitali a seguito di un evento traumatico complesso (ad esempio un incidente stradale)”.

Laura Romanini

“Il trauma – afferma Romanini – è la quinta causa di morte su tutte le età, la prima se si considera la fascia di età fino a 40 anni. Si tratta quindi di un problema rilevantissimo, dal punto di vista clinico-assistenziale, di organizzazione sanitaria, di impatto sociale ed economico.”

“Negli ultimi decenni l’assistenza sanitaria al paziente traumatizzato ha fatto progressi enormi, sia nella gestione extraospedaliera sul territorio che nella gestione intraospedaliera, dove è profondamente cambiato l’approccio diagnostico e terapeutico.”

“Uno dei più rilevanti cambiamenti – prosegue la Dottoressa – è stato quello della Diagnostica per Immagini, che è passata dall’essere un momento relativamente secondario nel percorso diagnostico-terapeutico del paziente, ad essere il fulcro del momento diagnostico. Una Diagnostica per Immagini tempestiva e accurata, infatti, orienta in modo decisivo le scelte terapeutiche e consente agli operatori sanitari di prendere le decisioni più appropriate per gestire al meglio l’emergenza. Oltre alla funzione diagnostica attraverso l’attività  interventistica la radiologia fornisce terapie mirate salvavita.”

“Da evidenziare che oggi il paziente traumatizzato viene accolto da un team multidisciplinare, in cui figure professionali di diverse specialità integrano le proprie competenze e le mettono al servizio del paziente. Per questo motivo, al convegno saranno presenti anche alcuni rappresentanti delle varie specialità cliniche e chirurgiche (neurochirurgo, chirurgo toracico, chirurgo generale e ortopedico) per un confronto e dibattito sui vari argomenti.”

“Con questo evento – conclude Romanini – intendiamo definire gli elementi di semeiotica radiologica che sono fondamentali per la diagnosi delle lesioni traumatiche, imparare a riconoscerle. Tratteremo in modo esaustivo tutte le tematiche della moderna Diagnostica per Immagini applicata al paziente traumatizzato, ivi inclusi gli aspetti organizzativi e gestionali.”

Leggi anche:  Un defibrillatore in Cascina Carlotta

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE