Una settimana densa di iniziative al Museo del Cambonino. In programma mostre, conversazioni, letture di poesie e concerti.

Mostre, conversazioni, letture di poesie e concerti al Museo del Cambonino

Una settimana densa di appuntamenti al Museo della Civiltà Contadina “Il Cambonino Vecchio” (viale Cambonino, 22) che si apre sabato 9 novembre 2019, alle 17 con l’inaugurazione della mostra Being There, abitare la cascina oggi organizzata da Rural Rulez! e CSV Lombardia Sud – Cremona, a cura di Cinzia Brambilla e Cosimo Di Giacomo. La mostra, che rientra nel programma del Festival dei Diritti 2019, sarà visitabile fino al 30 novembre, dal lunedì al sabato, dalle 8.45 alle 13. Il percorso espositivo è costituito da fotografie a colori corredate da Qr code/link a YouTube che permette di ascoltare le interviste raccolte durante la visita ad una delle tre cascine fotografate nel progetto.

Ciciàra ciciàra

Martedì 12 novembre, alle 17, secondo appuntamento di Ciciàra ciciàra – 4 chiacchiere con Nonna Smemorina. Tema della conversazione sarà Personaggi: storie e leggende. La voce narrante di Piera Lanzi Dacquati sarà accompagnata dalle letture di Milena Fantini. Gli interventi musicali saranno affidati al gruppo strumentale Syntagma Musicum Consort, formato da Fabio Maruti, tamburo a bandoliere, naqqara; Pietro Tiriolo, cornamuse, flauti dolci; Arturo Salatino, liuto medioevale, viella, viola da gamba e chitarrino rinascimentale.

Leggi anche:  Ad Agnadello rubata la panchina rossa per la Giornata contro la violenza sulle donne

Anteprima Antropologos

Giovedì 14 novembre 2019, sempre alle 17, secondo appuntamento di Anteprima Antropologos organizzato in collaborazione con i gruppi poetici cremonesi Comitato Mara Soldi Maretti, Centro Scrittura Cremonese, Circolo Poetico Correnti, Trame d’Incanto e Gli Stagionali. Olmo Nicoletti e Teresa Odelli sono i curatori di questo incontro dal titolo La voce poetica di Gianamleto Feraboli e i suoi Haiku in dialetto cremonese, una poesia racchiusa in un guscio di lumaca.

Hemiolia in concerto

Infine, domenica 17 novembre 2019, alle 17, un concerto con gli Hemiolia Trio formato da Pier Cristiano Basso Ricci e Giovanni Benelli al mandolino e Massimo Loreggian alla tastiera. Il Trio è nato con l’intento di eseguire con strumenti moderni il repertorio originale o adattamenti per mandolino e basso continuo dal XVI al XVII secolo, sconfinando qualche volta, per puro diletto, anche in composizioni di autori contemporanei. In programma musiche di Giovanni Battista Bassani (1647 – 1716), Emanuele Barbella (1718 – 1777), Luigi Lamberti (1766 – 1833) e Tarquinio Merula (1595 – 1665).

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE