All’istituto di ricerca Spallanzani nuovo progetto nell’ambito degli studi che prevedono l’utilizzo di microalghe per la mitigazione dell’impatto dei reflui sul nostro bacino idrico e la loro trasformazione in nuovi prodotti da valorizzare in differenti settoriquali il cosmetico, il mangimistico, l’energetico e l’agricolo.

Istituto di ricerca Spallanzani sempre un passo avanti

Lunedì 16 settembre alle 10, alla località La Quercia di Rivolta avrà luogo l’inaugurazione del nuovo Parco Bioreattori del Polo delle Microalghe. Un progetto coordinato dall’Istituto “Lazzaro Spallanzani” e realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Milano Bicocca, il CREA-ZA di Lodi, la provincia di Cremona, l’ERSAF e la CCIAA di Cremona, e finanziato da Fondazione Cariplo nell’ambito degli “Interventi Emblematici Maggiori” della Provincia di Cremona e cofinanziato da Regione Lombardia.  Saranno presenti: Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, Giovanni Malanchini, segretario dell’Ufficio di Presidenza della Regione,
Ettore Prandini, presidente dell’Istituto, Marina Montedoro, direttore dell’Istituto e Fabio Calvi, sindaco di Rivolta.  Nell’occasione verranno presentati i principali risultati ottenuti in termini di depurazione e valorizzazione reflui e sottoprodotti lattiero-caseari mediante biotecnologia microalgale.