Agnadello e Rivolta piangono suor Pasqua, per anni economa dell’Istituto delle Suore adoratrici e “colonna” della congregazione fondata dal beato Francesco Spinelli.

E’ spirata domenica alle 9.50 del mattino, pochi minuti dopo l’inizio della Messa in Santa Maria. Al secolo Maria Fusari Imperatore, suor Pasqua era nata 83 anni fa ad Agnadello e ha trascorso gran parte della sua vita proprio a Rivolta, come consorella dell’antica istituzione voluta dal beato bergamasco.

Suor Pasqua, economa dell’Istituto

Entrata nella Congregazione a 22 anni, suor Pasqua per lungo tempo aveva collaborato durante la gioventù con l’economa dell’Istituto. Aveva quindi assunto lei stessa la direzione dell’Economato, amministrando con misura e carità le finanze delle suore adoratrici: sia la parte riguardante l’amministrazione corrente della Casa e della Congregazione, sia le opere di sostegno verso i poveri. Incarico proseguito fino a una dozzina di anni fa, quando fu trasferita in un’altra comunità della congregazione delle Adoratrici: a Gravedona, come responsabile della comunità di suore che vivono e si occupano dell’ospedale della cittadina lariana.

La malattia che l’aveva colta alcuni anni fa è peggiorata negli ultimi mesi costringendola due mesi fa a fare ritorno nella sua Rivolta, a Santa Maria, la casa di riposo per le suore anziane che si trova accanto alla Casa madre.

E qui si è spenta serenamente, domenica mattina. L’annuncio è stato dato dalla Madre superiora Isabella. Il funerale si celebrerà mercoledì alle 15.30, nella Casa madre della Congregazione .

Leggi anche:  Eclissi di Luna in arrivo, domani tutti col naso all’insù

“Suor Pasqua era un’istituzione stessa per questa congregazione – ricorda una consorella che preferisce restare anonima, parlando per tutta la comunità – Da economa ha amministrato in modo retto ma generoso, era molto attenta a non sciupare nulla ma al tempo stesso prodiga nei confronti dei poveri, secondo giustizia e ascoltando la Provvidenza. Era sempre la prima a cominciare a lavorare e l’ultima ad andare a letto la sera”.

La Congregazione delle Suore adoratrici

Nato a Bergamo nel 1882 ad opera del Beato Francesco Spinelli, l’Istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento ha attualmente la propria Casa Madre proprio a Rivolta. Le Adoratrici sono 330 e vivono in diverse comunità in tutta Italia, in Congo, Senegal, Camerun, Colombia e Argentina. La Congregazione ha dato vita tra le altre cose anche alla Casa famiglia “Spinelli” di Rivolta, che ospita anziani e disabili secondo i più alti canoni dell’accoglienza.

LEGGI ANCHE>> Tragico malore, Andrea muore all’età di 31 anni

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE