Prenota una visita ma rifiuta l’appuntamento perché il primo dottore disponibile si chiama Di Maio. L’omonimia del medico con il leader grillino ha convinto la leghista di Sedriano (MI) Valentina Ceccarelli a rinunciare alla visita.

Il medico si chiama Di Maio, leghista rifiuta la visita

Come raccontano i colleghi di Settegiorni.it, Ceccarelli, che era in trasferta per lavoro, ha chiamato lo studio medico che le era stato indicato da conoscenti e la gentilissima segretaria le ha trovato uno spazio nell’agenda: “Il primo medico disponibile per l’orario e il giorno indicato è il dottor Di Maio“. Un colpo al cuore per la leghista che non ci pensa un attimo e rinuncia alla visita preferendo aspettare il ritorno a casa.

“Non conosco il dottor Di Maio che è sicuramente un ottimo medico – racconta l’esponente della Lega – Ma quando ho sentito il nome non ce l’ho proprio fatta”.