Festeggiati i 40 anni della scuola per l’infanzia Franco Lacchini nel pomeriggio di lunedì 8 aprile 2019.

Festeggiati i 40 anni della scuola per l’infanzia Franco Lacchini

Grande festa nel pomeriggio per celebrare i 40 anni dall’apertura della Scuola per l’infanzia intitolata a Franco Lacchini. Il Sindaco Gianluca Galimberti, la Vice Sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri, insieme a Isa Lacchini (mamma di Silvio), Silvia Lacchini (figlia di Franco) con il marito Giovanni Peretto e il figlio Alessandro sono stati accolti dai bambini, dalle insegnanti e dai genitori della scuola che si trova al quartiere Cambonino dove da anni è un modello di riferimento non solo dal punto di vista didattico, ma anche di integrazione.

Canti e balli folkloristici

Dopo i saluti, i bambini hanno intrattenuto gli ospiti con due canti ed un ballo folkloristico, ed alcuni hanno indossato costumi della loro tradizione. I bambini della sezione grandi hanno quindi consegnato ai rappresentanti della famiglia Lacchini un piccolo dono realizzato da loro. Come ogni bella festa non è mancata la torta da gustare tutti insieme.

La storia

L’idea di realizzare una scuola per l’infanzia risale alla metà degli anni ’60 a Silvio Lacchini, padre di Franco a cui è intitolata la struttura, entrata in funzione nel 1979. Una struttura moderna e all’avanguardia per quei tempi, evidenziata dalle linee stesse dell’edificio con un corpo centrale ed una forma che si avvicina all’ottagono, che consente l’accesso da ogni punto della scuola ai servizi principali, la cui progettazione fu affidata all’ingegnere forlivese Giorgio Zagatti.

Leggi anche:  Ponte del 25 aprile all’insegna del maltempo in Lombardia

L’edificio fu costruito dal Comune grazie ad una cospicua donazione di Silvio Lacchini che chiese di intitolarlo al figlio Franco, scomparso a soli 37 anni in un incidente stradale in Val d’Aosta nel 1971. Dopo l’entrata in funzione della scuola per l’infanzia, l’imprenditore Silvio Lacchini dispose una donazione di 100 milioni di lire in titoli: gli interessi da allora vengono utilizzati per acquistare materiale didattico, attrezzature, giochi e finanziare iniziative realizzate dagli insegnanti.

Pur essendo trascorsi 40 anni l’edificio mantiene la sua modernità strutturale circondata da un meraviglioso giardino. Il legame con il territorio è molto forte e radicato numerose sono le progettazioni attuate con la scuola primaria “G.Miglioli”.

LEGGI ANCHE: Riconoscimento al centro sclerosi multipla dell’Ospedale di Cremona

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE