Chiara Ferragni documentario: per realizzare l’ambizioso progetto la nota influencer riparte dalle origini: dalla sua Bassa.

Chiara Ferragni documentario

Chiara Ferragni torna alle origini. Per raccontarsi nel documentario internazionale che ripercorre la sua carriera, parte dall’inizio, ovvero dalla Bassa. Precisamente nella sua Cremona. Un giro all’ex liceo Manin, un tramezzino e ora un dolcissimo scatto abbracciata alla sua baby sitter.

“Spero tu sia fiera di me”

Una foto abbracciata a Nuccia, la donna che ha fatto da babysitter alle sorelle Ferragni per ben 15 anni. Una seconda mamma di cui Chiara ancora necessita l’approvazione, ad accompagnare la foto – pubblicata sul suo profilo Instagram – una frase dolcissima “Spero tu sia fiera della donna che sono diventata”.

Debutto come regista?

Chiara per questo documentario, che regalerà nuovo lustro anche alla Bassa, sogna di cimentarsi anche come regista e di vederlo concorrere al Festival del Cinema di Venezia. Tuttavia, per essere sicura del risultato, ha reclutato la regista-ombra Elisa Amoruso.

Leggi anche:  Cerimonia in Sant’Ambrogio per le vittime del disastro di Linate

LEGGI ANCHE: “Chiara Ferragni quanto guadagna?”