Di chi sono le sponde del canale Vacchelli? Una diatriba, quella della Green way del canale che dura da anni e che si estende per tutto il Cremasco: molti privati, detentori di pezzi di sponda, non apprezzano che i cremaschi passeggino nella «loro» strada. E’ accaduto lo scorso anno a Vaiano, e adesso, anche a Spino, in località Bocchi, si è verificato un episodio alquanto problematico.

Aggredito sulle rive del fiume

La questione è questa: di chi sono le sponde del canale? Dalla gente, da sempre, specialmente in località Bocchi, sono considerate patrimonio della comunità, ma non sembrerebbe essere così per chi lì ci abita. “Domenica nel primo pomeriggio come ogni weekend da circa 30 anni stavo percorrendo in bicicletta, la ciclabile sul canale Vacchelli direzione cascina Bocchi di Canal Marzano – ha spiegato un residente spinese – Premetto che ero con mio figlio di 12 anni, un suo amico e il mio cane al guinzaglio. All’altezza della Cascina Bocchi siamo stati assaliti dai 2 cani dei gestori della cascina stessa, che oltre ad abbaiare e ringhiare ci hanno fatto cadere a terra fortunatamente senza rilevanti danni”.

Leggi anche:  Cocaina nella portiera dell'auto, arrestato

Di chi sono le rive del fiume?

“Questi episodi, successi spesso si trascinano da molto tempo e anche altre persone hanno segnalato la pericolosità, molte persone hanno avuto questi stessi problemi, altre addirittura hanno rinunciato alla bellissima ciclabile – ha continuato lo spinese – Alla mia richiesta di tenere i cani per cercare di difenderci, i gestori della cascina hanno iniziato a insultarci con parolacce e gesti molto volgari, specificando inoltre che non era possibile passeggiare o percorrere quella strada perchè quella era casa loro e potevano fare quello che volevano compreso aizzarci contro i cani”. Sono stati chiamati anche i carabinieri

Leggi di più su Cremasco Week

TORNA ALLA HOME