Approfondire gli aspetti strategici e metodologici sul tema della mediazione interculturale, è questo il tema al centro del laboratorio promosso da Anci Lombardia all’interno del Piano di Intervento Regionale Lab’IMPACT (Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Coprogettate sul Territorio) del progetto europeo FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020).

Ad aprire il ciclo di laboratori ospitati presso la sede dell’Associazione dei Comuni lombardi a Milano, il Prof. Gian Piero Turchi docente di Psicologia delle Differenze Culturali presso l’Università di Padova e Direttore del Master Universitario “La Mediazione come strumento operativo in ambito penale, familiare e civico”.

Obiettivo del progetto rivolto a operatori, coordinatori e referenti del progetto Lab’Impact è sostenere e implementare le reti territoriali affinché creino sistemi virtuosi di erogazione dei servizi sui temi dell’integrazione.

I Laboratori Lab’Impact di Anci Lombardia intendono rispondere a esigenze di approfondimento di temi di particolare interesse riguardanti l’inclusione sociale ed il lavoro di rete, in una logica di costruzione della conoscenza a partire dalle esperienze non solo di successo, ma che hanno anche determinato esiti critici.

Il metodo di lavoro si basa sul confronto fra operatori che concretamente definiscono politiche ed erogano servizi, esperti e facilitatori che hanno il compito di animare le discussioni e rendere disponibili i materiali che da esse derivano.
Le attività dei Laboratori sono svolte mediante incontri nella sede di Anci Lombardia e utilizzando la piattaforma ReteComuni, realizzata in collaborazione con Regione Lombardia.

Sempre presso la sede di Anci Lombardia, sono in programma altre due date per i laboratori Lab’IMPACT: 13 giugno e il 4 luglio.