Giro d’Italia 2018: domani, mercoledì 23 maggio 2018, nel Bresciano, dopodomani, giovedì 24 maggio 2018, fra Milanese e Pavese.

Giro d’Italia 2018

Il Giro d’Italia 2018 è partito per la prima volta fuori dall’Europa il 4 maggio, a Gerusalemme. Il termine è previsto con la “presa di Roma” delle due ruote per domenica 27 maggio. Come sempre sono 21 le tappe toccate, spalmate su un totale di 3.546,2 km. L’edizione 2018 è considerata adatta agli “scalatori” per via delle pendenze di grande difficoltà.

Tappe lombarde

Oggi, 22 maggio 2018, si tornerà a inforcare la bicicletta alla volta della 16esima tappa Trento-Rovereto, per poi arrivare alla lombarda 17esima tappa mercoledì 23 maggio. Riva del Garda-Iseo saranno 155 km di media montagna; mentre la 18esima tappa di giovedì 24 maggio ad Abbiategrasso-Prato Nevoso conterà 196 km, sempre di media montagna.

I favoriti

Il borsino dei favoriti, ora che la gara è nelle zone bollenti, si concentra su Simon Yates, Tom Dumoulin, Richard Carapaz e Miguel Angel Lopez.

Dal lago alla Franciacorta

Iseo s’è vestita a festa per la tappa bresciana del Giro: guarda come il centro della cittadina lacustre è stato allestito ad hoc. Ma non è solo Iseo: anche la Franciacorta ha risposto positivamente organizzando una raffica di eventi.

Leggi anche:  Tim Cup, Cremo in campo il 5 agosto

Il Giro d’Italia 2018 arriva in Lombardia

Giro d’Italia ad Abbiategrasso

Giovedì 24 maggio scatterà da piazza Vittorio Veneto ad Abbiategrasso la diciottesima tappa del Giro d’Italia da Bià  a Prato Nevoso. Grande attesa in tutta la cittadina. Piazza Vittorio Veneto sarà il cuore pulsante della giornata; qui si troverà il palco foglio-firma per le squadre e anche il villaggio commerciale ovviamente tinto di rosa che aiuterà gli abbiatensi a immergersi nello spirito della gara.

Ecco tutte le chiusure, il percorso e gli orari.

Il Giro d’Italia 2018 arriva in Lombardia

Poi la Lomellina

Dopo l’avvio il gruppo passerà da Vigevano, Mortara, Castello d’Agogna e Candia Lomellina, per poi abbandonare la provincia pavese ed entrare in quella d’Alessandria, con l’ingresso a Casale Monferrato. Si tratta ovviamente di una tappa di pianura, con una secca salita finale. A decidere la frazione saranno gli ultimi quindici chilometri: tutti in salita, con pendenze costanti intorno al 7%.

Ah… e c’è anche la Polizia Stradale di Lecco in campo!