Ipertensione arteriosa: sabato 19 maggio 2018, dalle 9 alle 16, l’ASST di Cremona in collaborazione con ATS della Val Padana, organizza a Cremona iniziative di sensibilizzazione e prevenzione rivolte ai cittadini.

Ipertensione arteriosa

Impara a conoscere la tua pressione arteriosa” è lo slogan della XIV Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa, messaggio rivolto ai cittadini di tutti i paesi per prevenire e controllare quello che è stato definito un “killer silenzioso e invisibile” dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). In Italia gli ipertesi sono circa 16 milioni e circa 1 miliardo e mezzo nel mondo, ogni anno perdono la vita per complicanze dell’ipertensione 80.000 persone in Italia e 10 milioni nel mondo. Circa 4 adulti su 10 hanno elevati livelli di pressione arteriosa non diagnosticata e il raggiungimento dei livelli pressori consigliati è ancora del tutto insufficiente.

Sensibilizzazione

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’ipertensione arteriosa e delle patologie ad essa correlate, sabato 19 maggio l’ASST di Cremona aderisce ogni anno alla giornata promossa in Italia da SIIA (Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa) e nel mondo dalla World Hypertension League. L’iniziativa, rivolta a tutti i cittadini, si svolge quest’anno grazie alla sinergia dell’Ambulatorio per la Diagnosi e Terapia dell’Ipertensione Arteriosa (UO Nefrologia – Ospedale di Cremona) ed al Centro Servizi dell’Ospedale di Cremona. Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con ATS della Val Padana che parteciperà con i propri operatori per informare i cittadini sui temi di prevenzione e promozione di stili di vita salutari, proporre – gratuitamente – una rilevazione impedenziometrica per la misurazione dell’Indice di Massa Corporea, delle masse magra e grassa, del peso ideale e distribuire pane a basso contenuto di sale gentilmente offerto dal Gruppo Provinciale Panificatori Cremona. L’evento si svolge con il patrocinio di Associazione Volontari Robecco d’Oglio CR e il Gruppo Provinciale Panificatori Cremona.

Campagna informativa

Obiettivo della giornata è diffondere il messaggio sull’importanza di tenere sotto controllo i valori pressori, imparando anche a conoscere i sintomi della condizione ipertensiva, per una prevenzione che parta dalla consapevolezza che con alcuni accorgimenti è possibile limitarne consistentemente i danni. Grazie anche alle campagne informative come questa, infatti, in Italia il controllo dell’ipertensione è molto migliorato, passando dal 39% nel 2005 ad oltre il 60 % di oggi.  Un bel passo è stato fatto, ma è necessario andare avanti!

PROGRAMMA

19 maggio 2018, dalle 9 alle 16

Leggi anche:  Via del Sale, nell’ultimo tratto zona 30 km/h e percorso ciclopedonale in sicurezza

Cremona, Piazza Roma gazebo angolo Galleria XXV Aprile

  • Misurazione della pressione arteriosa

Come misurarla correttamente? Lo insegnano gli operatori

  • Dosaggio della microalbuminuria

Esame che individua precocemente persone ipertese ad alto rischio

  • Prevenzione e promozione alla salute

Distribuzione pane a basso contenuto di sale

  • Info Point Centro Servizi

Presa in carico pazienti con patologie croniche: consulenze e materiale informativo

 A cura di

Ambulatorio Ipertensione UO Nefrologia e Centro Servizi – ASST di Cremona

Area Promozione della Salute – ATS della Val Padana

Informazioni

URP Cremona – tel. 0372 405 550, urp@asst-cremona.it

 MICROALBUMINURIA

Un esame fondamentale per prevenire i rischi dell’ipertensione. Come per gli scorsi anni, l’Ambulatorio per la Diagnosi e Terapia dell’Ipertensione effettuerà gratuitamente il dosaggio della microalbuminuria (MAU) su un campione estemporaneo delle urine a tutti coloro che si presenteranno all’iniziativa. Il riscontro di MAU, presente nel 10-15% dei pazienti ipertesi, e nel 25-35% dei diabetici, indica da un lato l’esistenza di un danno vascolare localizzato a livello renale, il che comporta un aumento del rischio di sviluppare insufficienza renale (diabete ed ipertensione arteriosa sono infatti le prime due cause di danno renale nei pazienti che necessitano di dialisi), dall’altro suggerisce anche il rischio di un danno vascolare generalizzato in tutti i distretti corporei, il che si traduce in una maggiore incidenza di infarto miocardico, ictus, arteriopatia ostruttiva etc, ampiamente dimostrata negli ipertesi microalbuminurici. Delle 278 persone valutate lo scorso anno la microalbuminuria è risultata presente nel 18% dei casi, una percentuale non preoccupante ed in linea con dati della letteratura mondiale sull’argomento. Le persone risultate positive, sono state poi valutate in maniera approfondita presso l’Ambulatorio dell’Ospedale di Cremona. I risultati di quest’anno saranno presentati a Milano il prossimo 10 novembre in occasione di un incontro per la presentazione delle nuove Linee Guida Europee 2018 sull’Ipertensione Arteriosa promosso dalla Sezione Lombardia della Società Italiana contro l’Ipertensione arteriosa.

 

Crema: bufera politica sulla coppia gay che ha adottato il figlio