Coldiretti Cremona alla “Tre giorni in piazza” di Pizzighettone.

Coldiretti Cremona

Difesa, promozione e valorizzazione del vero Made in Cremona e del vero Made in Italy sono al centro della presenza di Coldiretti Cremona alla trentesima edizione della “Tre giorni in piazza” di Pizzighettone. La tradizionale kermesse si è aperta venerdì 18 maggio presso le casematte della cerchia muraria, per proseguire fino a questa sera. Come sempre avviene, lo stand di Coldiretti è punto d’incontro fra agricoltori, rappresentanti delle istituzioni e cittadini.

Scegliere prodotti italiani

“Le imprenditrici agricole, i giovani agricoltori e l’associazione pensionati sono in prima linea nell’incontro con le famiglie del territorio. Anche attraverso la proposta di degustazioni dei tesori agroalimentari del nostro territorio, torniamo a sottolineare l’importanza di scegliere prodotti autenticamente italiani, garantiti dai produttori, e di pretendere che l’origine degli alimenti sia sempre espressa con chiarezza in etichetta, per tutti i cibi” evidenziano gli agricoltori presenti allo stand.

#stopcibofalso

Nel corso della ‘tre giorni’ a Pizzighettone prosegue la raccolta firme sulla petizione #stopcibofalso contro gli inganni del falso Made in Italy, la mobilitazione popolare nei confronti dell’Unione Europea per fermare il cibo falso e difendere l’agricoltura italiana, bloccando le speculazioni e proteggendo salute ed economia. L’iniziativa lanciata da Coldiretti, rivolta al Presidente del Parlamento Europeo, chiede di estendere a livello europeo l’obbligo di indicare l’origine in etichetta a tutti gli alimenti, dopo che l’Italia, affiancata anche da Francia, Portogallo, Grecia, Finlandia, Lituania e Romania, ha già adottato decreti nazionali per disciplinarlo in alcuni prodotti come latte e derivati, grano nella pasta e riso.

LEGGI ANCHE Cestini porta rifiuti restyling oppure TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!